Esordio dal primo minuto per il duo tutto da scoprire: Belotti e Zaza studiano da coppia in vista di Torino-Napoli. C’è da migliorare l’intesa

“Finalmente li avete visti, così siamo tutti contenti”, con un motteggio tutto toscano Walter Mazzarri aveva commentato così la prima volta insieme di Simone Zaza e Andrea Belotti. Che in realtà sarebbe poi stata la seconda, ma i venti minuti contro la Spal erano apparsi quasi più una passerella per il numero 11 che una prova generale di convivenza. Alla “Dacia Arena”, invece, l’ora passata a trovare le giuste misure è ascrivibile a quest’ultima categoria. Prova, per l’appunto, perché per l’amalgama definitivo servirà aspettare ancora. Quanto? Difficile dirlo. Molto dipenderà dalle occasioni che i due avranno di giostrare l’uno accanto all’altro nei 90′. Ma visto l’infortunio di Falque – che contro il Napoli non ci sarà – queste potrebbero incrementare esponenzialmente da qui ad una settimana.

Torino-Napoli: Belotti con Zaza per Mazzarri

Tutto comincerà domani, al “Grande Torino”. Contro i partenopei, come detto, Iago mancherà all’appello, a quattro mesi e mezzo dall’ultima volta. Si giocava, incroci del destino, Napoli-Torino e il numero 14 partì dalla panchina. Il campo non lo vedrà, invece, nel lunch match della quinta giornata. E, al di là dei pensieri di arzigogolati esperimenti (comunque vanificati dal perdurare anche dello stop di Soriano), Mazzarri sembra decisamente orientato a puntare sulla coppia azzurra. Questo hanno detto le prove del Filadelfia in settimana, questo è ciò che in qualche modo suggerisce la nomea dei due bomber. Congiuntisi per giocare insieme, in estate, anche con un ingente esborso economico da parte del club di Urbano Cairo che per Zaza pagherà 14 milioni in totale, tra prestito e riscatto.

Torino, Belotti-Zaza: i due hanno già fatto male al Napoli

L’11 e il 9 per la prima volta dall’inizio. Con l’obiettivo di affinare l’intesa. In Friuli si è vista solo a sprazzi: idee piuttosto chiare – Zaza mobile, Belotti più statico -, ma concretezza ancora latitante. Raramente si sono chiusi i triangoli in velocità, rimasti solo abbozzati, troppo spesso i due si sono ritrovati a portare a termine gli stessi movimenti. Perlomeno, però, nel corso della settimana c’è stato materiale sul quale lavorare. Si attendono i primi segnali, adesso. Forti anche dei numeri – Zaza segnò un gol fondamentale al Napoli con la maglia della Juventus, Belotti è a quota quattro contro i partenopei -, la coppia è a caccia di sinergia e pericolosità. Senza i gol, d’altronde, ogni step risulterà più faticoso. Ma il tempo c’è: i novanta minuti di domani, innanzitutto, poi il turno infrasettimanale di Bergamo e la trasferta di Verona. Falque permettendo, ovviamente. Ma se tutto andrà per il verso giusto, lo spagnolo potrà recuperare con calma.


39 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
mas63simo
mas63simo
2 anni fa

Ma per tutti quelli che dicono che Bremer e Djidij sono delle pedine importanti , con tutti questi infortuni giocheranno titolari domani o no ? 😂😂😂🤣🤣🤣🤣😂😂

mas63simo
mas63simo
2 anni fa

Ripeto che questa squadra è da 343 con esterni d attacco Parigini e Edera con Gallo punta centrale e Zaza come riserva peccato che abbiamo un dinosauro come allenatore !

Pedric
Pedric
2 anni fa

Organico e conseguentemente squadra, costruiti da incompetenti o secondo le solite logiche. Era difficile peggiorare il roster dell’anno scorso, eppure ci sono riusciti nonostante il non poco denaro investito . Cairo sei un genio assoluto , ma dedicati solo all’editoria che di calcio capisci davvero poco.

Vegeta
Vegeta
2 anni fa
Reply to  Pedric

Be è ovvio che bisognerebbe chiedere consiglio a gente competente del tuo livello. Dopo anni di carriera strepitosa da parte tua nel grande calcio sappiamo che nessuno può superarti….

eurotoro
eurotoro
2 anni fa
Reply to  Pedric

..ma cosa scrivi?..incompetenti de che?..sono riusciti a trattenere Sirigu n’koulu belotti jago..hanno preso meite soriano zaza…l’unica critica che si puo fare non e’ arrivato un vero terzino sx . .

Pedric
Pedric
2 anni fa
Reply to  eurotoro

Certo manca solo quello.

Napoli, parla Koulibaly: “A Torino sarà dura. Zaza e Belotti sono forti”

De Silvestri, tre gare a rischio: la situazione degli infortunati