Una scommessa vinta quella del Genoa, che questa estate ha deciso di puntare sul “Cholito”: sarà sfida con il granata Boyé, compagno del rossoblù nelle giovanili

Quello che inizialmente poteva apparire come un azzardo si sta trasformando in una intuizione vincente: il Genoa questa estate ha investito 3 milioni di euro per portarsi a casa le prestazioni di Giovanni Simeone, in arte “Cholito”, figlio dell’allenatore dell’Atletico Madrid Diego Simeone. Nato a Madrid ma cresciuto calcisticamente in Argentina, il classe ’95 ha già dato un assaggio delle sue potenzialità tecniche: prima un percorso formativo nel River Plate e nel Banfield arricchito di 16 gol in totale, poi la chiamata del Genoa come l’opportunità di farsi conoscere al calcio europeo.

In questi primi mesi con la maglia del Grifone, baby Simeone ha già messo a segno 6 reti disseminate in 15 apparizioni, convincendo l’allenatore Juric a schierarlo titolare con regolarità. Se solitamente il prezzo da pagare per chi raggiunge il calcio europeo dopo anni di militanza in Sud America è salato, Simeone jr. sembra invece non aver minimamente accusato il salto in avanti, nonostante la giovane età e le pressioni di una piazza esigente come quella rossoblu, solitamente abituata ad annoverare tra le proprie fila attaccanti da doppia cifra.

Un’operazione per certi versi accostabile a quella operata dal Toro questa estate per Lucas Boyé, anche lui promettente attaccante argentino prelevato dallo Newell’s Old Boys: il rendimento dei due attaccanti è stato tuttavia differente in questo primo scorcio stagionale. Mentre il giocatore del Genoa si è rapidamente inserito nella nuova realtà, segnando con una certa continuità, “El Toro” è riuscito ad esprimersi solo in parte. Potenzialità indubbie ma una incisività sotto porta ancora da affinare. Toro-Genoa, domani, sarà anche questo.


13 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
io
io(@io)
5 anni fa

Bojè è uno che non ha quasi mai segnato ,,,,si veda il suo curriculum pre-Toro !

AmmaMi71
AmmaMi71(@ammami71)
5 anni fa

Boyè ha avuto poche chance di giocare con davanti a se giocatori del calibro di Ljaic, Belotti e Falque…Simeone non ha nessuno di così indispensabile e irrinunciabile a contendergli il posto da titolare e giocando sempre magari le cose vengono meglio…

Cla79
Cla79(@cla79)
5 anni fa

boye è fortissimo!! quasi quasi lo faccio diventare il mio pupillo al posto di martinez….ma forse meglio di no, nn vorrei portargli sfiga…

AmmaMi71
AmmaMi71(@ammami71)
5 anni fa
Reply to  Cla79

😀 😀 😀

Torino-Genoa: due anni e mezzo dopo la rimonta di Immobile e Cerci

Torino-Genoa, i rossoblù faticano in trasferta: la vittoria manca da ottobre