Toro, ecco il Parma: difesa solida e contropiedi le armi dei ducali

di Giulia Abbate - 7 Novembre 2018

La presentazione della prossima avversaria del Torino / Il Parma è reduce dal pareggio contro il Frosinone: con i granata è a caccia di punti salvezza

Sarà il Parma il prossimo avversario che il Torino dovrà affrontare davanti al pubblico di casa nella partita in programma Sabato 10 novembre al Grande Torino. Una sfida nella quale, per obiettivi differenti, i tre punti non possono che far gola ad entrambe. I granata, infatti, con la bella vittoria contro la Sampdoria hanno agguantato la zona Europa e sono chiamati a prolungare la striscia di risultati utili consecutivi messi a segno nelle ultime gare. Il Parma, dal canto suo, continua ad essere perfettamente in linea con l’obiettivo salvezza con 14 punti all’attivo e una 12ª posizione in classifica frutto di un bottino fatto di 4 vittorie, 2 pareggi e 5 sconfitte. Le certezze dei ducali, in particolare, partono dalla difesa: reparto che si sta dimostrando solido e affidabile e che per ben 4 volte in queste prime 11 partite di campionato ha tenuto la propria rete inviolata.

Parma, Alves e Sepe eroi della difesa. A centrocampo assente Stulac

Un rendimento, quello difensivo, frutto delle prestazioni maiuscole di giocatori rodati ed esperti come Bruno Alves e Sepe. Il centrale portoghese e l’ex portiere del Napoli, infatti, guidano da titolari un reparto che ha incassato una sola rete in più del Torino (14) dimostrandosi organizzato e preciso, in grado di sopportare il gioco dettato da mister D’Aversa, fatto di ripartenze e contropiedi. Insieme ai due veterani, ci sono poi Riccardo Gagliolo, che forma proprio insieme ad Alves la solidissima coppia di centrali, mentre sugli esterni verranno probabilmente confermati Icoponi da un lato e Gobbi, in via di recupero, dall’alto.

Ma se la difesa dei ducali potrà fare affidamento anche contro i granata ai suoi uomini migliori, la musica cambia, almeno in parte, a centrocampo. In mediana, infatti, D’Aversa dovrà fare a meno dello squalificato Stulac, sempre titolare dall’inizio dell’anno e vero punto di riferimento per il Parma in mezzo al campo. Accanto ai due titolarissimi Deiola e Rigoni, dunque, nella sfida di sabato il tecnico dei Ducali dovrà optare per un mini turnover forzato affidandosi, con tutta probabilità, a Barillà.

Parma, è caccia al gol: i ducali non segnano da tre partite

Sono ben 10 le reti siglate dal Parma in questo inizio di campionato (16 quelle del Torino) ma la formazione di D’Aversa arriverà al Grande Torino reduce da tre partite nelle quali non è mai riuscita a far gonfiare la rete avversaria. Contro Lazio e Atalanta sono infatti arrivate due sconfitte rispettivamente per 0-2 e 3-0 mentre la scorsa settimana contro il Frosinone il Parma ha strappato un pareggio a reti bianche. Ecco dunque che contro il Torino di Mazzarri l’obiettivo sarà cercare di tornare al gol per puntare a strappare punti che possano permettere ai Crociati di mantenersi in rotta per la salvezza.

E proprio contro il Torino, il tecnico dei gialloblu potrebbe ritrovare finalmente Inglese, vero perno del reparto avanzato del Parma. Se così non fosse, i ducali si affideranno nuovamente a Ceravolo che ben si è messo in mostra nelle partite precedenti nonostante non abbia dimostrato la stessa incisività del compagno di reparto. Accanto a loro, D’Aversa cercherà di sfruttare la velocità di uomini come Gervinho e Di Gaudio potendo però contare anche sulle qualità di Siligardi, Ciciretti e Biabiany.

più nuovi più vecchi
Notificami
Vegeta
Utente
Vegeta

Questo è un primo test di maturità, vediamo se siamo pronti…

giagnoni
Utente
giagnoni

Se giochiamo come a Genova… Speriamo restino concentrati.

AleGRANATAale
Utente
AleGRANATAale

Noi più forti , tra l’altro il Parma non vive un bellissimo periodo . Anche un pareggio sarebbe un passo indietro