Mihajlovic è alla ricerca del giusto compromesso a centrocampo, gli arrivi di Lukic e Tachtsidis non bastano: la svolta si attende dal mercato

Con il campionato ormai alle porte, e un mercato che sta vivendo i suoi giorni più concitati, il Toro è in procinto di assumere la definitiva fisionomia: se in attacco il mercato è stato generoso, con gli arrivi di Iago e Ljajic che hanno fatto schizzare verso l’alto la cifra tecnica complessiva, e in difesa il cambiamento è stato così radicale da rendere complicato, al momento, soppesare le reali differenze con le passate stagioni, la situazione del centrocampo risulta la più spinosa: gli arrivi di Lukic e Tachtsidis non hanno ancora fatto breccia nell’immaginario tecnico-tattico pensato ad inizio stagione, dall’allenatore granata.

L’esplicita richiesta di un regista da piazzare davanti alla difesa, che abbia dalla sua esperienza e conoscenza del campionato italiano -a più riprese rammentata da Mihajlovic– risuona come l’avvertimento che il mercato in entrata dei centrocampisti, non ha ancora soddisfatto le esigenze del tecnico serbo. A pochi giorni dall’esordio in campionato con il Milan, servirà dunque trovare il giusto compromesso tra i giocatori attualmente in rosa (e quelli disponibili). Nessuna delle tre maglie di centrocampo può definirsi assegnata, e se da un lato questa incertezza può rappresentare uno stimolo per tutti i giocatori in rosa, dall’altro concorre a creare qualche fastidio all’allenatore granata.

Dovrà essere dunque il mercato ad imprimere la svolta, con l’arrivo di almeno un centrocampista di spessore, possibilmente capace di ricoprire con disinvoltura sia il ruolo di regista davanti alla difesa, sia quello di mezzala. Fino ad allora il centrocampo del Toro rischierà di presentare le fattezze di un cantiere ancora aperto, con i rischi che questo ne consegue.

TAG:
lukic Mihajlovic toro

ultimo aggiornamento: 18-08-2016


280 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
kobayashy
kobayashy(@kobayashy)
5 anni fa

Solo per chiarire un paio di cose, poi vi lascio nella vs stupidità: Tu impara a rispettare I MORTI di qualunque bandiera essa siano, e vedrai che nessuno ti minaccia, punto 2 ma come,ti dai il nome di un duro, e fai il figo leone da tastiera,e quando qualcuno vuole… Leggi il resto »

kurtz
kurtz(@kurtz)
5 anni fa

Redazione oggi su questa rubrica.ore 11.09 un certo kobajashi mi ha minacciato, promettendo di attentati alla mia incolumità fisica. Siccome mi cancellate molto post e io non ho mai commesso reati, si perché il Sig. Kobayashi minacciandomi ha commesso un reato, vorrei sapere che metro di giudizio usate per cancellare… Leggi il resto »

superpablino
superpablino(@superpablino)
5 anni fa

Visto che la società ci ha abituati ad operazioni a fari spenti spero che invece dei tanti nomi che circolano a centrocampo arrivi Viviani del Verona. L’ho visto giocare lo scorso fine campionato e mi ha impressionato per la capacità di verticalizzare e soprattutto sbaglia pochissimo.

Toro, non solo difesa: Kucka è il pallino e domenica sarà avversario

Toro, la seduta mattutina: in Sisport ancora a parte Falque