La conferenza stampa di Davide Vagnati dopo il calciomercato di gennaio 2022: il direttore dell’area tecnica presenta Ricci, Seck e Pellegri

Davide Vagnati, direttore dell’area tecnica del Torino, presenta in conferenza stampa i nuovi acquisti del Torino nel calciomercato di gennaio, Samuele Ricci, Demba Seck e Pietro Pellegri. Ecco le sue parole: “Per prima cosa vorrei salutare i ragazzi che sono andati via, Tomas Rincon, Daniele Baselli, che sono andati con un trasferimento definitivo, li volevo ringraziare per quello che hanno fatto per questa maglia, e poi ovviamente anche i ragazzi che sono andati in prestito come Kone e Verdi. Ci sono tre ragazzi perché purtroppo Fares ha avuto questo infortunio. Siamo vicini al ragazzo perché crediamo che fosse uno dei giocatori che poteva darci una mano. Ha avuto un secondo infortunio grave. Pietro (Pellegri, ndr) lo conosciamo. E’ stato uno dei calciatori più giovani nel fare gol nella massima serie, nel far vedere grandi qualità. Le sue doti in questo momento sono state frenate da qualche infortunio. L’ho visto molto motivato nel venire al Torino, sperando che sia un progetto duraturo nel tempo. Potrà mettere a disposizione del mister le sue grandi qualità”.

Vagnati presenta i nuovi acquisti

Vagnati su Ricci: “Samuele è un ragazzo che da tanti anni frequenta Coverciano in tutte le categorie delle nazionali giovanili, adesso è stato chiamato anche nello stage di Mancini. E’ un ragazzo che ha un grande potenziale, è un ragazzo giovane, del 2001, non è neanche corretto mettere troppa carne al fuoco, sono ragazzi giovani che arrivano in una piazza molto importante. E’ stato giusto cogliere questa opportunità, perché ho visto in lui il fuoco di provare un’avventura diversa. Noi abbiamo bisogno di gente che ha fame, voglia di costruire un progetto diverso rispetto a quello che è stato negli ultimi due anni”.

Su Seck: “E’ un ragazzo che conosco da qualche anno. Ha una storia di quelle che fanno bene, uno parte da niente e piano piano, step by step cerca di raggiungere i propri obiettivi. Lui non li ha ancora raggiunti, penso che abbia un grande potenziale, che debba lavorare. Ha la fortuna di essere allenato da un grande allenatore che gli può far fare un salto di qualità per diventare un giocatore di livello importante”.

“Gatti? Sono decaduti tutti i presupposti”

Vagnati prosegue parlando del mercato in generale: Izzo? Onestamente non dobbiamo recuperare Armando, si è sempre allenato al 100%. Quando il mister ha dovuto chiamarlo in causa c’è sempre stato. E’ un giocatore che se vedi i dati degli allenamenti che fa, sono molto belli, molto positivi. Non è un titolarissimo, non dobbiamo assolutamente recuperarlo. Gatti? E’ molto semplice. Abbiamo provato a fare un’operazione nell’immediato perché pensiamo che eventualmente questa operazione era da subito, abbiamo provato, ci è stato detto subito che non era una situazione vantaggiosa per il Frosinone. Per loro era un giocatore importante. Poi hanno trovato una società per poter fare un’operazione lasciando il giocatore a Frosinone, tutti i presupposti poi sono decaduti”.

Il ds traccia un bilancio: “Noi siamo partiti cercando di fare qualcosa per il futuro, abbiamo preso tre ragazzi giovani che speriamo ci diano una mano nell’immediato anche se non è semplice, tutti i giocatori hanno bisogno di un adattamento. Questi tre ragazzi possono essere tre ragazzi futuribili. Io sono uno molto autocritico, sono molto soddisfatto, ma penso già a quello che dovremo fare nel futuro, il nostro lavoro per cercare di migliorare. Juric? Siamo tutti il Torino, abbiamo un allenatore molto importante, è stato fatto un investimento importante per lui, è uno dei migliori in Italia. Quando facciamo determinate scelte crediamo che siano quelle giuste. Dobbiamo cercare di fare il passo giusto con le caratteristiche giuste. I ragazzi che abbiamo preso e quelli che sono usciti vanno a sposare quelle che sono le caratteristiche giuste”.

Vagnati parla di Bremer e Belotti

Il rinnovo di Bremer: “Sicuramente è una bellissima cosa, è da un po’ che ci lavoriamo assieme al presidente. Sta avendo delle prestazioni e dei dati da grande calciatore. E’ un ragazzo che dal primo giorno ho visto in lui una grande abnegazione, finito l’allenamento andava a fare muro. Ha una grande umiltà, quello che ottiene e otterrà sono tutte cose che si è guadagnato sul campo”.

Vagnati prosegue: “Io penso che, se analizziamo gli ultimi mercati di gennaio del Torino, l’anno scorso abbiamo preso due giocatori diversi, che dovevano subito darci un impatto. Negli anni precedenti a gennaio è stato fatto non molto in entrata, soprattutto tanto in uscita. Secondo me parlare di altre cose, per quanto riguarda l’obiettivo di squadra, è inopportuno perché arriviamo da due anni difficili, non me li dimentico. Quello che stiamo facendo è soprattutto merito dello staff tecnico, che sta dimostrando tutti i giorni di alzare il livello dei nostri giocatori. Dopo gli ultimi due anni dovevamo cambiare qualcosa nella mentalità e lo staff lo sta facendo. E noi dobbiamo cercare di fare la nostra parte e spero che si possa iniziare a programmare, anche con questi tre nuovi acquisti. Dobbiamo continuare su questa strada per cambiare l’inerzia delle ultime due stagioni, che sono state deficitarie”.

Su Belotti: “Adesso ritengo che la cosa più importante sia che Andrea ritorni con la squadra. Mi auguro che la prossima settimana sia in gruppo, anche se ogni giorno possono cambiare le dinamiche. L’ho visto al campo sereno. Poi dopo sappiamo l’importanza che ha Andrea dal punto di vista tecnico. Dopo vediamo cosa ci aspetta nel futuro. Rinnovo? Le speranze che resti al Torino ci devono sempre essere, Andrea ha fatto la storia di questa società. Spero che prima di fare delle scelte diverse lui ci pensi una volta di più”.

Davide Vagnati
Davide Vagnati
TAG:
home

ultimo aggiornamento: 03-02-2022


34 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
Alberto Fava ( Gigi Marengo for President ).
Alberto Fava ( Gigi Marengo for President ).
3 mesi fa

Bremer? Vedremo a Giugno prossimo, mi astengo da ogni commento adesso. Il Toro targato Juric gioca bene, piace a tutti , sia a noi Tifosi Granata che agli osservatori esterni, direi a tutti, nessuno escluso. Il mercato e’ stato condotto in maniera esemplare, orientato ad un piano pluriennale, visto l’orientamento… Leggi il resto »

toroscatenato
toroscatenato
3 mesi fa

Premesso: parlo senza nessuna intenzione polemica. Credo che realisticamente dobbiamo rassegnarci a perdere a fine stagione sia Belotti (sicuro) sia Bremer. A proposito di quest’ultimo, su altro sito torinista un giornalista brasiliano suo amico dice testualmente: “Bremer ha firmato il rinnovo col Torino e sarà venduto nell’ estate”. D’ altronde Cairo… Leggi il resto »

odix77
odix77
3 mesi fa
Reply to  toroscatenato

dunque : ad oggi pensare che lukic sia il rincalzo degli altri risulto molto distante dalla realtà per alcuni motivi : prima di tutto le prestazioni sempre di ottimo livello con juric , in secondo luogo proprio per il fatto che Juric non lo ha mai tolto… inoltre nel tuo… Leggi il resto »

GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
3 mesi fa
Reply to  toroscatenato

Pobega lo possiamo “perdere” qualora Ricci si coonfermasse valido
Mentre per Bremer, servono contanti per pagare riscatti e giocatori nuovi
Lukic lo terrei. Oggi piaccia omeno, ma è il perno del centrocampo per quantità di lavoro fata. Se n’è accorto anche Juric

toroscatenato
toroscatenato
3 mesi fa

Caro GD, ti ringrazio per le osservazioni cui vorrei rispondere. Ho parlato di chi se ne andrà per sottolineare come il Toro dell prossima stagione avrà perso alcune pedine fondamentali. Pobega è stato uno dei pilastri della riscossa, ha segnato 4 goal ed è un macinatore di chilometri. Ora Juric… Leggi il resto »

GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
3 mesi fa
Reply to  toroscatenato

Buonasera toroscat. A mio parere lukic è da te e da altri sottovalutato. Opinione personale sua chiaro. Lo vedo ovunqueve ha capacità aerobiche che gli permettono di farsi i 95bminuti tutti a gran ritmo. Lo vedo sbagliare poco o addirittura nulla. E ricordo gol dove è stato assist man o… Leggi il resto »

thethaiman
thethaiman
3 mesi fa

Belotti ha già deciso, la discriminante deriva da chi lo vorrà e se lo vorrà. Ovvio che se Maldini, passando davanti a casa sua, tirasse un sasso alla finestra sarebbe già a Milano.

Seck si presenta: “Non è stato difficile scegliere il Toro”

Ricci nella top 5 degli acquisti di Cairo, poi Seck. E Juric diceva: “Il Toro ha problemi economici”