Dal Bologna al Cagliari, tutti gli episodi che hanno riguardato, in positivo o in negativo, il Torino e l’utilizzo del Var

Con la pausa del campionato per gli impegni delle Nazionali le squadre di Serie A hanno il tempo non solo per lavorare in maniera più serena in vista del ritorno in campo ma anche per sistemare quei dettagli che hanno costretto alcune formazioni a lasciare per strada  punti preziosi. Situazione che, in questo inizio di campionato, ha riguardato anche il Torino “vittima”, da un lato, di errori individuali e di un periodo nero che ha rischiato di smontare quanto di buono costruito fin qui e, dall’altro, dell’utilizzo della Var. La novità della famosa “moviola in campo”, infatti, ha spesso svolto il ruolo da protagonista nelle sfide della formazione di Mihajlovic, a volte in maniera positiva altre, invece, creando non pochi problemi. Vediamo dunque le occasioni nella quali il Torino ha dovuto fare i conti, nel bene o nel male, con l’utilizzo della Var.

BOLOGNA-TORINO 1-1
L’esordio stagionale porta nelle casse del Torino non solo un punto frutto del pareggio esterno contro il Bologna, ma anche uno strascico di polemiche che di certo non rappresentano un buon punto di partenza per quanto riguarda la nuova moviola in campo. Al nono minuto del secondo tempo, infatti, il Toro protesta per un presunto fallo da rigore su Belotti. Il Gallo cade in area, si lamenta ma l’arbitro Massa non può verificare l’azione: il Var è infatti momentaneamente non funzionante. Mezz’ora più tardi, la nuova tecnologia è stata ripristinata ma questa volta è lo stesso direttore di gara, complice un errore dell’assistente La Rocca, a commettere un errore tanto ingenuo quanto determinante. Berenguer sigla quella che sarebbe la sua prima rete in maglia granata, quella che avrebbe regalato al Toro la vittoria, ma Massa annulla per fuorigioco. Belotti, che serve al compagno di reparto la palla gol, infatti, viene pescato in offside su Mirante: gioco fermo e rete annullata. Un errore clamoroso di guardialinee e direttore di gara: il fuorigioco era inesistente ma Massa interrompe il gioco rendendo impossibile il ricorso al Var. Da regolamento, infatti, per poter usufruire della prova video, l’arbitro deve prima far completare l’azione e poi, eventualmente, modificare la sua decisione. In questo caso, al contrario, Massa interrompe l’azione confermando il fuorigioco di Belotti: impossibile, dunque, l’intervento della moviola.

TORINO-SASSUOLO 3-0
Seconda giornata e prima vittoria casalinga per il Toro di Mihajlovic che fa tripletta contro i neroverdi del Sassuolo. E anche in questo caso il Var la fa da protagonista. Ripresa del match, al 13’ Cannavaro in area granata sembra toccare con mano: rigore per il Toro. Mazzoleni sembra deciso a concedere il penalty alla formazione di casa ma per sicurezza chiede il check del Var che lo smentisce. Cannavaro, infatti, tocca prima di testa e poi con il braccio: tutto annullato. Sul finale la situazione si ripete ma, questa volta, a parti inverse. De Silvestri commette fallo in area avversaria e Mazzoleni assegna un rigore al Sassuolo. Esattamente come prima, però, è ancora il Var a far cambiare idea al direttore di gara: Ragusa, infatti, è in fuorigioco al momento del passaggio: graziato il difensore del Toro.

UDINESE-TORINO 2-3
Alla 5ª di campionato il è l’Udinese a cadere, davanti al pubblico di casa, contro il Torino che passa per 2-3. Al 30’ del secondo tempo, l’Udinese si fa pericolosa con De Paul, il centrale granata N’Koulou riesce soltanto a sfiorare la palla che carambola addosso a Lasagna e finisce alle spalle di Sirigu. La situazione è davvero fortunosa e per sicurezza Rocchi chiede l’intervento del Var che convalida la rete del giocatore bianconero.

JUVENTUS-TORINO 4-0
In una partita brutta come quella del Derby disputato all’Allianz Arena, parlare di Var sembra davvero inutile. Eppure, anche in questo caso, il direttore di gara si è affidato al video per convalidare la rete siglata al 46’ del secondo tempo da Dybala. L’attaccante bianconero, infatti, viene pescato inizialmente in fuorigioco ma Lyanco devia la palla rendendo nulla la posizione di offside di Dybala e valida la sua rete.

TORINO-VERONA 2-2
La settimana successiva al Derby, Belotti e compagni tornano al Grande Torino per affrontare il Verona con l’obiettivo di cancellare la figuraccia rimediata contro la Juventus. L’inizio partita sembra sorridere ai granata poi arriva l’infortunio di Belotti e una doppietta ospite che lascia sbigottiti i tifosi sugli spalti e apre il capitolo nero della formazione granata. Una doppietta, quella del Verona, messa a segno anche grazie all’intervento del Var chiesto in entrambe le occasioni da gol. Al 44’ della ripresa, infatti, Kean coglie la traversa di Sirigu riuscendo poi a ribattere la palla a rete. In un primo momento Gavillucci annulla per fuorigioco ma il Var cambia tutto: gol valido e Verona che può riaprire i giochi. La partita sembra però chiusa quando, quattro minuti più tardi, l’intervento di Molinaro in area, che devia col braccio una palla che non avrebbe procurato pericoli, regala il rigore del possibile 2-2 agli ospiti. La situazione è troppo delicata per prendere una decisione alla leggera e ancora una volta Gavillucci chiede l’intervento del Var. La prova video conferma quanto ravvisato dal direttore di gara, Pazzini fa il resto.

TORINO-CAGLIARI 2-1
Undicesima giornata di campionato, il Toro ospita il Cagliari allo stadio Grande Torino dove l’imperativo, dopo un mese nero e con la panchina di Mihajlovic pericolosamente in bilico, è vincere. Vittoria che arriva, finalmente, e che fa tirare un sospiro di sollievo ai tifosi, alla squadra e al suo allenatore. Una vittoria che non è però esente da polemiche. Al 13’ della ripresa, infatti, un contatto in area tra Barella e Ljajic spinge il Toro a chiedere l’intervento dell’arbitro per un presunto rigore. L’autore del gol del Cagliari, infatti, nel tentativo di limitare l’incursione dell’attaccante granata in area prende sia la palla che il piede di Ljajic ma Calvarese lascia proseguire senza nemmeno chiedere l’intervento della Var.

 

 

 


8 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
McKenzie
McKenzie
4 anni fa

Articolo che sa di rettifica con colpevole ritardo. Onestamente l’articolo di ieri era sconcertante

Roberto DS'63
Roberto DS'63
4 anni fa

Articolo fatto per rimediare all’articolo di ieri dove si ignoravano gli errori della Var che hanno danneggiato il Toro….ebbene questo articolo fa ancora peggio di quello di ieri ignorando ila fatto che il fuorigioco di Keane era ben visibile anche sul fermo immagine mostrato da TV e giornali….evidentemente o ci… Leggi il resto »

Toro Toro Toro
Toro Toro Toro
4 anni fa
Reply to  Roberto DS'63

Sì, in effetti la toppa è quasi peggio del buco!

Alberto (Lovi)
Alberto (Lovi)
4 anni fa

il rigore su Adem contro la Samp non dato????

Baselli: il jolly di Mihajlovic che a Ventura avrebbe fatto comodo

Nazionale: l’Italia si gioca il tutto per tutto, Belotti verso la panchina