Curva Primavera, Torino-Inter, lettera di una tifosa allo stadio

“Ho visto gente pestarsi, mia figlia era terrorizzata: il Toro non può metterci in pericolo”

di Redazione - 28 Novembre 2019

La testimonianza di Barbara Valle, tifosa granata presente sabato con la figlia di 12 anni e il marito in Curva Primavera: ha scelto per la sua sicurezza di lasciare lo stadio

Riceviamo e pubblichiamo la lettera di Barbara Valle, tifosa granata che sabato era con la figlia in Curva Primavera, pronta ad assistere alla sfida tra Torino e Inter. Suo malgrado si è trovata costretta a lasciare lo stadio a gara in corso, dopo quanto accaduto per la presenza in quel settore di tifosi nerazzurri.

Curva Primavera: cosa è accaduto in Torino-Inter

Sabato sera mi trovavo allo stadio con la mia famiglia come tante altre volte, ci siamo ritrovati in curva con un sacco di interisti e la cosa già mi preoccupava. Dopo una decina di minuti ho capito che la cosa si faceva pericolosa e ho fatto in tempo a prendere mia figlia di 12 anni e scappare verso la fine del secondo anello perché era partita una carica assurda, erano anni che non vedevo una situazione così. Su abbiamo ancora scavalcato un muro e praticamente eravamo quasi al terzo anello, ho visto tifosi granata e interisti pestarsi e non le dico il terrore di mia figlia e credo che non vorrà più venire allo stadio. Dopo 20 minuti ho visto che non c’era più lo stimolo di rimanere, mia figlia terrorizzata e in lacrime e una tensione che si tagliava col coltello,e siamo uscite seguite da mio marito. Ora io le dico, io amo il Toro ma la società non può permettersi di metterci in pericolo ogni volta con tifosi di altre opposizioni, ho sopportato i napoletani entrati con bastoni e incappucciati, ho sopportato i gobbi infiltrati in curva, ma questa di sabato sera ha superato tutto. Sono entrati interisti con coltelli e bastoni e quando noi entriamo allo stadio persino il panino di mia figlia controllano. Io non ci sto più, è ora che queste cose non passino più sottobanco. Questa società ha finito il suo corso quando ha deciso che la sicurezza delle famiglie viene compromessa.

più nuovi più vecchi
Notificami
GD (Non confondiamo gli 0.3ini con i delusi/arrabbiati)
Utente
GD (Non confondiamo gli 0.3ini con i delusi/arrabbiati)

ribadisco, violenti fuori dagli stadi. e sehanno fatto del male, magari in galera

Patsala58
Utente
Patsala58

Chi ha venduto i biglietti invece è innocente, eh? Non avevamo dubbi, tranquillo! E, prima che tu pensi sia facile sfangarla, ti comunico che io auspico in toto che i violenti siano esclusi dagli stadi, COMUNQUE E OVUNQUE! Ma mettiamo in galera anche chi ha messo a rischio, per 4… Leggi il resto »

GD (Non confondiamo gli 0.3ini con i delusi/arrabbiati)
Utente
GD (Non confondiamo gli 0.3ini con i delusi/arrabbiati)

quando critichi sulpezzo e non insulti,ti ascolto. qundo parli di calcio e non di sciocchezze ti ascolto. ti rispondo.ti rispetto e non me ne importa un ca.xxo se la pensi diversamente da me. se parli nel merito e non offendi, ti ascolto. ti rispondo.ti rispetto confermo come te la condanna… Leggi il resto »

DSR
Utente
DSR

Ma realmente pensi che agli altri frega qualcosa se li ascolti o meno?

ToroTo
Utente
ToroTo

Non ci vuole uno scienziato per prevedere che vendendo biglietti a folti gruppi avversari in curva Primavera, si possano creare problemi. Inoltre c’era il caso Napoli che già insegnava. E poi mi chiedo perché questi abbiano bastoni e coltelli, mentre ai padri di famiglia facciano buttare gli accendini. Ciò premesso,… Leggi il resto »

jerry
Utente
jerry

Che vergogna.

Scin{[Scin(Scin)]}
Utente
Scin{[Scin(Scin)]}

Avvocato Marengo, la prego, ci liberi da Urbano Cairo!