Arriva la sentenza Uefa per le parole di Buffon dopo le parole sull’arbitro Oliver in Real Madrid-Juventus: il portiere dovrà restare fermo per tre gare nelle competizioni internazionali

Ha smesso con la Juventus, ma non con il calcio, probabilmente. E Gianluigi Buffon dovrà restare fermo per tre turni nelle competizioni Uefa. Questa è la decisione della commissione disciplinare, che ha stabilito la sanzione dopo aver analizzato nel dettaglio le dichiarazioni al termine di Real Madrid-Juventus dello scorso 11 aprile, dichiarazioni contro l’arbitro Oliver, reo, secondo il parere di Buffon, di aver concesso un rigore al Real con pochissime motivazioni e senza considerare tutti gli sforzi fatti dalla squadra bianconera per ribaltare il risultato.

Squalifica Buffon: le dichiarazioni dopo Real Madrid-Juventus dell’11 aprile

Quelle parole, in effetti, fecero il giro del mondo e scatenarono l’ironia, ancora esistente, sul web e non solo: “Un arbitro del genere ha un bidone della spazzatura al posto del cuore, e ha mostrato solo insensibilità. Resti a casa a mangiare le patatine e a bere i fruttini“, aveva commentato Buffon al termine della partita persa contro il Real Madrid, che comportò l’uscita dalla Champions League. L’organo di Controllo, Etica e Disciplina della federazione calcistica europea ha stabilito una squalifica per tre giornate nelle competiioni europee. Se arriverà la firma con il Psg, l’estremo difensore salterà metà del girone di Champions.


8 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
sofferenza (Ventura umiliato, godimento consolidato)
sofferenza (Ventura umiliato, godimento consolidato)
3 anni fa

Squallido uomo, vero simbolo di quelli là.

Crop58
Crop58
3 anni fa

e’ cosi’ indaffarato a scommettere i suoi 50000 euro settimanali che si e’ perfino dimenticato delle vacanze…delinquente allo stato puro…

Sergio (Plasticone69)
Sergio (Plasticone69)
3 anni fa

Nella differenziata finiresti nell’umido proprio come la mer.a …

Acquah-Ghana, questione internazionale: rifiuta il viaggio, poi ci ripensa

Diritti tv Serie A: Mediapro ufficialmente esclusa, ora via alle trattative private