Diritti tv Serie A: Mediapro ufficialmente esclusa, ora via alle trattative private

di Redazione - 5 Giugno 2018

Non convincono le garanzie fideiussorie presentate ieri di 1,6 miliardi di euro: la Lega Calcio le reputa non conformi al bando ed esclude definitivamente Media Pro per i diritti tv della Serie A. Ora sperano altri advisor

Salta la trattativa tra Mediapro e la Lega Calcio per i diritti tv del triennio 2018-2021. E questa volta, il punto è di non ritorno. L’incredibile vicenda che ha visto trionfare su tutta la linea Sky, che aveva presentato un ricorso poi successivamente vinto, trova ora la parola fine ed è alla ricerca di un nuovo inizio, con un nuovo advisor pronto ad accaparrarsi il ricco piatto dell’offerta del campionato italiano. Ieri sera, per rientrare in corsa, Mediapro aveva presentato una fideiussione di 1,6 miliardi di euro, che sono state reputate nella giornata di oggi dalla Lega Calcio come non aderenti al bando presentato mesi fa. Il problema riguarderebbe proprio le garanzie: secondo i legali di via Rosellini sarebbero fornite da soggetti terzi e non dal gruppo televisivo spagnolo in prima persona. Di qui, l’esclusione dalle contrattazioni.

Diritti tv Serie A: ora ci provano Sky e Perform

La Lega Serie A avvierà adesso delle trattative private per l’assegnazione. Verranno anche comunicati i vari pacchetti con il corrispettivo prezzi minimo, ma in generale la sensazione è che a rientrare in campo saranno Sky e Perform, che già avevano fornito tali pacchetti nello scorso triennio. Non sarà certamente soddisfatto il presidente del Torino, Cairo, che molto si era speso affinché potesse cambiare il valore della Serie A dal punto di vista economico e che rischia, ancora, di non aumentare per il prossimo triennio.

più nuovi più vecchi
Notificami
Posillipo
Utente
Posillipo

Speriamo trovino una soluzione

Posillipo
Utente
Posillipo

Mah

Ivan Groznyj (El Terrible)
Utente
Ivan Groznyj (El Terrible)

Comunque son manovre che puzzano. E parecchio.