Su Repubblica si legge che il fondo Blackstone avrebbe denunciato alla Corte Suprema di New York la RCS di Cairo per la sede di via Solferino

Nuovo capitolo della contesa sulla sede storica del Corriere della Sera, in via Solferino a Milano. La RCS di Urbano Cairo – presidente del Torino e azionista di maggioranza del gruppo editoriale – aveva dichiarato nulla la sua cessione al fondo Blackstone nel 2013, ricevendo in risposta una denuncia della società statunitense alla Corte Suprema di New York e la richiesta di danni per 500mila dollari. E’ quanto scrive Repubblica (ma anche il Financial Times oltremanica) in edicola questa mattina. Secondo il quotidiano, che ricostruisce l’intricata vicenda, Blackstone starebbe premendo affinché la Corte imponesse a RCS di dichiarare valida la transazione del 2013.

Cairo, la vicenda RCS-Blackstone: nel 2013 la cessione degli immobili

I fatti. Cinque anni fa, il fondo Blackstone aveva acquistato gli immobili di via Solferino per 120 milioni di euro, salvo poi affittarli alla stessa RCS. Nel corso di due anni, il gruppo editoriale ha liberato la maggior parte dei locali, mentre Blackstone ha “investito nella ristrutturazione e poi attratto nuovi affittuari per portare le proprietà a piena occupazione” (si legge in un documento della società finanziaria).

Il fondo ha poi trovato, nel luglio 2018, un acquirente, Allianz Real Estate, ma la transazione si sarebbe interrotta – sostiene Blackstone – a causa di una di una dichiarazione firmata da Cairo, pervenuta il 13 luglio 2018, nella quale veniva ritenuta invalida la cessione del 2013 e si faceva riferimento alla situazione finanziaria in cui si trovava RCS al momento della trattativa. Il nuovo fronte aperto, dunque, è la citazione in giudizio, da parte di Blackstone, davanti alla Corte Suprema. Intanto, RCS ha avviato un arbitrato a Milano per annullare l’operazione del 2013.


13 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
Immer
Immer
2 anni fa

Beh non l’avrei detto forse no sicuramente sarà od è colpa di miha. Cairo non lasciare portaci sempre più. ……….

Vanni(CAIROVATTENE IN BELIZE)
Vanni(CAIROVATTENE IN BELIZE)
2 anni fa

Noooooo. Speriamo non succeda che debba vendere il Toro x pagare i debiti. Proprio ora che eravamo quasi in Lig.

Mimmo75
Mimmo75
2 anni fa

AAAAAHHHHHHHHHH preso in castagna: Cairo vattene

Mimmo75
Mimmo75
2 anni fa
Reply to  Mimmo75

fate i seri e sistemate il sito: alzate la qualità degli articoli, rendete meno invasiva la pubblicità, alleggerite la navigazione.

Vanni(CAIROVATTENE IN BELIZE)
Vanni(CAIROVATTENE IN BELIZE)
2 anni fa
Reply to  Mimmo75

Ma scusa, ma che cellulare hai?

T
T
2 anni fa

Samsung e Apple rilasciano ogni anno una nuova versione di smartphone sempre più potente non per fare montagne di soldi, ma per riuscire a reggere la navigazione su toro.it. Se già sei rimasto solo all’S7, sei fregato.

Mimmo75
Mimmo75
2 anni fa
Reply to  T

Mi riferisco al traffico dati: a ogni pagina caricata volano 30 mega circa…solo ed esclusivamente qui.

Vanni(CAIROVATTENE IN BELIZE)
Vanni(CAIROVATTENE IN BELIZE)
2 anni fa
Reply to  Mimmo75

Boh. Io pubblicità non la vedo. Sono un mostro.

Ivan Groznyj (El Terrible)
Ivan Groznyj (El Terrible)
2 anni fa
Reply to  Mimmo75

Vi ostinate ad usare un browser che non blocca la pubblicità, quindi ve lo meritate!

tarzan_annoni
tarzan_annoni
2 anni fa
Reply to  T

ahahahahahahahah fantastica. Complimenti

Bar Norman multato: cibo scaduto e escrementi di topo dove è nato il Torino

Cairo dal Papa: il presidente del Toro all’udienza generale di oggi