Associazione Emiliano Mondonico presentata a Milano

Presentata a Milano l’Associazione Emiliano Mondonico

di Fabio Milano - 17 Novembre 2019

A Milano è stata ufficialmente presentata l’Associazione Emiliano Mondonico: presente la figlia del tecnico, Clara, oltre a Gigi Lentini e Marco Sesia

“Non era giusto che si fermasse tutto. C’era e c’è qualcuno che ha ancora bisogno di lui: i ragazzi dell’Approdo, la sua squadra più importante. Così è nata l’idea di un’Associazione che portasse il suo nome, per portare avanti le sue idee in modo concreto”. Con queste parole, ieri mattina Clara Mondonico presidente dell’Associazione intitolata al tecnico, ha illustrato i progetti e le iniziative per l’anno 2020, in un’affollatissima conferenza stampa presso il palazzo della Regione Lombardia, a Milano. Gigi Lentini, presente come sempre ad ogni iniziativa che riguarda l’allenatore che lo lanciò nel grande calcio, lo ricorda con affetto: “Con lui c’era un rapporto vero, fatto anche di scontri, ma finiva tutto con una stretta di mano. E’ stato l’unico allenatore con il quale ho mantenuto i rapporti anche una volta chiusa la carriera”.

Sesia: “Ha avuto il coraggio di farmi esordire”

Gli fa eco un emozionato Marco Sesia, attuale tecnico della formazione Primavera e giocatore del Torino proprio con Mondonico: “Se sono stato un giocatore ad un certo livello, gran parte del merito va proprio a lui. Ha avuto il coraggio di far esordire un ragazzo come me che veniva dalla serie D, facendomi giocare addirittura in un derby contro la Juve. E queste sono cose che non si possono dimenticare”. La direzione è molto chiara e le idee si trasformano nelle prime proposte concrete dell’Associazione presentate da Clara. La nascita del Premio Emiliano Mondonico “Si può vincere senza arrivare primi”. Un riconoscimento dedicato a giocatori ed allenatori dello sport professionistico che si distinguono per la loro particolare umanità.

La collaborazione con l’Approdo

Continuerà la collaborazione con L’ APPRODO – Associazione per il trattamento delle dipendenze di Rivolta d’Adda: si tratterà di proseguire il cammino del “Mondo” con la sua squadra del cuore, dove ha prestato servizio come volontario per molti anni. Un percorso che ha permesso di sperimentare un modello di intervento terapeutico in grado di vedere nello sport una colonna portante del percorso riabilitativo contro le dipendenze. Il Torneo per bambini “381, UN CAMPIONE PER AMICO” (381 come le panchine di Mondonico in serie A): sarà un torneo che coinvolgerà circa mille bambini delle squadre Big Small (7-8 anni) del CSI Milano.

Poi, il rapporto di Emiliano con gli ultras, che sono sempre stati al suo fianco, con lealtà ed amicizia: per questo motivo, offriranno il loro sostegno ai ragazzi della squadra dell’Approdo. Infine, una proposta coraggiosa, che si sposa perfettamente con lo scopo educativo dell’Associazione: la scelta di sostenere la squadra di calcio dell’Istituto di detenzione minorile Cesare Beccaria di Milano, che si chiamerà, appunto “Emiliano Mondonico”, e ne porterà il logo sulla maglia.

5 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
vecchiamaniera
vecchiamaniera
8 mesi fa

Emiliano ci manchi un Mondo niente e nessuno colmeranno questo immenso vuoto. #EverAlive ❤❇

Scin{[Scin(Scin)]}
Scin{[Scin(Scin)]}
8 mesi fa

Ciao Mondo. Per sempre nei nostri cuori.

madde71
madde71
8 mesi fa

scin,prendila come battuta,il mondo era ironico.
da noi AEM,sta x azienda elerttrica municipale

Giankjc (più Toro e meno guinzagli&collari)
Giankjc (più Toro e meno guinzagli&collari)
8 mesi fa

Premio Emiliano Mondonico “Si può vincere senza arrivare primi”

Direi perfetto: Mister del Toro, frase da Toro.

madde71
madde71
8 mesi fa

lodevole e pulito