L’ex tecnico della Fiorentina Prandelli sulle fake news circa le sue dimissioni: “Qualcuno non ha capito il senso del mio gesto”

Tra social e piattaforme tra le più svariate, il prolificare di fake news è ormai una realtà nota, anche troppo, in qualsiasi ambito ma questa volta Cesare Prandelli non ci sta ad essere ricoperto di falsità e infamie. Da verità inventate e distorte, dai complotti campati in aria circa quelle che dovrebbero essere le motivazioni “reali” del suo addio alla Fiorentina di pochi giorni fa. Non ci sta e allora reagisce e lo fa tramite una dichiarazione all’Ansa che ancora una volta sottolinea la statura e il valore dell’uomo che c’è dietro la figura dell’allenatore: “Sono passati pochi giorni da una mia decisione sofferta, molto dolorosa, e mi accorgo che probabilmente qualcuno non ha capito il vero senso del mio gesto“.

L’ex tecnico viola: “I miei calciatori? Non mi hanno mai mancato di rispetto”

E continua: “Sicuramente una minoranza, ma non per questo meno importante, sta riempiendo i canali social di nefandezze, ricostruzioni inventate di fatti mai esistiti“.

Ricostruzioni che non fanno altro che alimentare un gossip che a Prandelli proprio non piace, soprattutto quando vengono tirati in ballo i giocatori che proprio lui ha voluto “difendere” e proteggere scegliendo di fare un passo indietro (qui la lettera di Prandelli dopo le dimissioni): “Bisognerebbe stigmatizzare e non dare risalto alla pochezza di spirito dei cosiddetti odiatori da tastiera, ma c’è un limite e questo limite è stato oltrepassato. Lo devo alla mia famiglia, al club ma soprattutto ai miei calciatori che mai, dico mai, mi hanno mancato di rispetto o hanno avuto comportamenti offensivi nei miei confronti. Mi appello alla responsabilità di tutti, credete alle verità e non correte dietro a fenomeni senza moralità ed etica del vivere civile“.

Cesare Prandelli
Cesare Prandelli
TAG:
home

ultimo aggiornamento: 28-03-2021


IFAB, cambia la regola sui falli di mano

Cairo Communication, ricavi in calo nel 2020