Arrivano le condanne per il caos scatenato durante la finale di Champions 2017 in Piazza San Carlo: i 4 colpevoli sconteranno 10 anni di carcere

Sono finalmente state decretate le condanne ai 4 responsabili del caos creatosi il 3 giugno 2017, durante la finale di Champions trasmessa sui maxischermi in Piazza San Carlo a Torino, che ha portato alla morte di due donne e 1692 feriti. Il tutto era scaturito per una tentata rapina, poi finita in tragedia con il panico generale venutosi a creare a causa di una presunta bomba. La pena da scontare per tre dei colpevoli è di 10 anni e 4 mesi, mentre l’altro avrà la riduzione di un mese. In realtà Paolo Scafi e Roberto Sparagna, pubblici ministeri, avevano richiesto 14 anni e 20 giorni per i primi tre e 14 anni anni ed 8 giorni per il quarto, ma la volontà non è stata rispettata.

Torino, il dramma della sera del 3 giugno 2017

La sera della finale di Champions tra Real Madrid e Juventus, aveva visto riunirsi in Piazza San Carlo numerosi tifosi del club bianconeri, pronti a festeggiare in caso di vittoria, con il Comune che aveva adibito la zona con un maxischermo per permettere la visione del match. Purtroppo hanno perso la vita Erika Pioletti e Marisa Amato, che nessuna pena potrà restituire ai loro cari. I colpevoli sono accusati di omicidio preterintenzionale, lesioni, rapina e furto e dovranno scontare le rispettive condanne. Basilio Foti, uno dei difensori, continua a sostenere che non ci fosse la rapina alla base del fatto.

TAG:
home

ultimo aggiornamento: 17-05-2019


4 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
Troposfera Granata
Troposfera Granata
2 anni fa

Roba di gobbi, tristissima.

Roby65(Filasempre)
Roby65(Filasempre)
2 anni fa

Roba di ordinaria follia che nulla ha a che fare con il tifo.

Benvenuti
Benvenuti
2 anni fa

Ma a noi non c’è ne importa nulla e ridai con sti strisciati

odix77
odix77
2 anni fa
Reply to  Benvenuti

tu sarai uno di quelli che si infervora per i cori di superga immagino…..

Mihajlovic tuona: “Io insultato da un poliziotto. Una vergogna!”

FIFA, Infantino rieletto Presidente fino al 2023