Una via per Valentino Mazzola a Torino: “La Città si scusa per il ritardo”

di Francesco Vittonetto - 21 Dicembre 2018

Le parole del presidente della Commissione Toponomastica lo confermano: Torino intitolerà una via a Valentino Mazzola

Il Comune di Torino intitolerà una via a Valentino Mazzola, il Capitano degli Invincibili. E finalmente anche nella città che più d’ogni altra ha conosciuto le sue gesta, il numero 10 dei numeri 10 potrà essere ricordato come merita. Lo ha annunciato in un’intervista al Corriere Torino Fabio Versaci, presidente del consiglio comunale e della Commissione Toponomastica, confermando le indiscrezioni che circolavano già da qualche giorno: “Torino dedica una parte della città a Mazzola e sono felice di questa intitolazione. Anzi, mi permetto di dire che la Città si scusa per il ritardo di tutti questi anni. Non pensavo che non ci fosse nulla a lui dedicato”.

Torino, il luogo da dedicare a Valentino Mazzola: le opzioni

Tante le opzioni in ballo per il luogo da intitolare al grande Valentino. Su tutte sembra essere quella di un interno di via Spano, antistante l’ingresso del Filadelfia, la più accreditata. Ma in lizza ci sono anche il giardinetto al fondo di via Arnaldo da Brescia, a pochi passi dallo stadio “Grande Torino” e la prima parte di via Zino Zini.

più nuovi più vecchi
Notificami
Giankjc (La tragedia non è morire, ma dimenticare.)
Utente
Giankjc (La tragedia non è morire, ma dimenticare.)

Tra le scelte si potrebbe certamente pensare di sostituire via Tunisi o via Giovanni Spano, credo. Soprattutto la seconda, intitolata al senatore (prete) sardo dei tempi del Regno d’Italia, potrebbe rendere giusta visibilità al Capitano degli Invincibili. Ovviamente l’errore è stato perpetrato per più di 70anni e la miglior cosa… Leggi il resto »

Lovi
Utente
Lovi

E perché non ribattezzare Corso Agnelli con il toponimo Corso Valentino Mazzola? Una volta Via Garibaldi si chiamava Via Dora Grossa, Via Giolitti si chiamava Contrada dell’Ospedale eccetera eccetera…

Giankjc (La tragedia non è morire, ma dimenticare.)
Utente
Giankjc (La tragedia non è morire, ma dimenticare.)

Mi pare esista una norma che disciplina la toponomastica e che, piu o meno, recita così: i reati non si sovrascrivono.

cesare
Utente
cesare

ottimo!!!!!!!!

X