Calciomercato Torino / Non ci sono sviluppi sulla trattativa per il rinnovo di Belotti: la salvezza è condizione necessaria per proseguire assieme

Belotti sì o no; Belotti forse, intanto. Sul rinnovo del Gallo, in casa Torino, regna l’incertezza. Cairo diceva, dopo l’arrivo di Nicola (a gennaio), di avere in programma un faccia a faccia con l’agente del calciatore per trovare un punto d’incontro. L’accordo ancora non c’è, a settimane da quelle parole. Le parti ne stanno parlando per ora invano, perché sul futuro del club granata c’è un’incognita di quelle da far venire i brividi: non si può ancora escludere, infatti, la retrocessione in Serie B. Una bella rogna, per Cairo e Vagnati, che hanno questo enorme punto debole nel negoziato per il prolungamento del contratto del capitano. Il quale, dal canto suo, ha bisogno innanzitutto della certezza della Serie A per poi valutare la consistenza dei progetti futuri offerti dalla società.

Le parole di Vagnati prima del derby

Il direttore dell’area tecnica parlava così prima del derby contro la Juventus: “Mi auguro che non sia la sua ultima stracittadina con la maglia del Torino. Andrea, per noi, è un calciatore e un uomo molto importante, lui lo sa. Ora però dobbiamo pensare alla salvezza, che è troppo importante”. In campo, il 9 avrebbe poi giocato una partita senza squilli e senza gol – che gli manca dal 6 febbraio, ma di mezzo c’è stato il contagio da coronavirus -, la quale ha però permesso ai suoi di portare a casa un punto prezioso proprio per migliorare la classifica.

L’incognita salvezza sul futuro di Belotti al Torino

La linea di Vagnati (e dunque di Cairo) è resa fragile dall’incognita di cui sopra. La cui risoluzione è cruciale per pianificare il futuro. Si sente, qui, l’eco delle parole rilasciate da Gian Piero Ventura in esclusiva a Toro.it: “In questo momento bisognerebbe parlare poco del contratto: è importante che Belotti riesca a trascinare la squadra alla salvezza, che è imprescindibile. Se il Torino si salva, allora il Gallo potrebbe essere orgoglioso di continuare a esserne il capitano”. Due, sono gli scenari: se il Toro resta in A, il Gallo sceglierà dopo aver valutato i programmi di Cairo, se il Toro dovesse malauguratamente retrocedere allora si concretizzerebbe l’addio. Si può ragionare su questo, nei giorni in cui sul rinnovo è sovrana l’incertezza.

Andrea Belotti
TAG:
home

ultimo aggiornamento: 05-04-2021


9 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
tore110
16 giorni fa

E poi … quale migliore occasione per il nostro grande presidente per evitare gli eventuali tumulti di piazza di un anno come questo !
Il Gallo è già venduto .

Immer
16 giorni fa

Belotti oramai è andato, secondo me per almeno 30 milioni non di più, altrimenti il prossimo anno non abbiamo i soldi per tirare avanti, tanto Cairo non andrà mai via finché non saremo finiti

GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
17 giorni fa

con grande dolore credo sia giunto il momento per il Gallo di spiccare il volo. La differenza tra noi e l’Atalanta è nelle capacità manageriali. Fossimo un’Atalanta, Belotti potrebbe sposare una causa e cucirsi addosso una maglia. E rimanere per essere il numero 1 assoluto (altrove sarebbe uno di tanti)… Leggi il resto »

Edera: “Mi piacerebbe continuare questa avventura con la Reggina”

Rodriguez sempre più giù nelle gerarchie: a fine anno può partire