Calciomercato / Diversi attaccanti della Serie A hanno il futuro in bilico e a gennaio potrebbero cambiare aria. Da escludere Zaza

La sessione di mercato invernale si avvicina sempre di più ed i club di Serie A sono pronti a dare il via alle danze. In particolare, è previsto un ampio giro di scambi per quanto riguarda i vari reparti offensivi. Alcuni profili non hanno reso secondo le aspettative, e le società hanno perciò aperto alle cessioni già per gennaio, in modo da poterli rimpiazzare con giocatori più adatti alle necessità dei club. Tra questi troviamo la Fiorentina che, date le difficoltà che sta riscontrando con Montella alla guida, ha deciso di privarsi di Pedro e di riprendersi Kalinic, ora alla Roma, ma sulla lista dei partenti. Chi invece potrebbe essersi tolto definitivamente dal mercato fino a fine anno è Simone Zaza, reduce da buone prestazioni e da uno stato di serenità ristabilito. Almeno questo dicono le ultime partite.

Il rendimento di Zaza allontana la cessione a gennaio

Sarebbe potuto essere diverso il discorso per Simone Zaza, tra i nomi più caldi per questo mercato, se non fosse tornato il sereno con l’allenatore. L’attaccante del Torino, nel mirino di diversi club tra i quali proprio la Fiorentina, sembrerebbe essersi riappacificato con Mazzarri e con la società, dopo quel litigio che lo avrebbe poi costretto a restare a guardare contro il Genoa.

Sulle sue tracce anche l’Espanyol, già alla finestra in estate, che però a questo punto potrebbe ritentare l’assalto da giugno. Le possibilità di vedere Zaza lasciare il club granata a gennaio si sono abbassate drasticamente dopo le ultime due partite, dove è riuscito a tornare nelle grazie di Mazzarri, che lo ha fatto tornare titolare. Il numero 11 potrebbe aver trovato le conferme necessarie alla permanenza fino a fine anno.

Kalinic nel mirino della Fiorentina, che libera temporaneamente Pedro

Cambiamenti che invece, si diceva, potrebbero coinvolgere la Fiorentina, tra i club più in crisi di risultati in questo primo scorcio di stagione. Complici probabilmente i molti infortuni riscontrati ed un gioco poco funzionale, che hanno impedito alla Viola di tornare tra le big di Serie A. A gennaio cercherà perciò di trovare l’innesto giusto per risolvere la situazione, con Pedro che dovrebbe partire per tornare in Brasile con la formula del prestito. Il profilo scelto corrisponde a Kalinic, già alla Viola dal 2015 al 2017, e che ora milita nella Roma. Il croato potrebbe arrivare con un prestito secco di sei mesi. Pradè si è già messo al lavoro per convincere la dirigenza giallorossa.

TAG:
home

ultimo aggiornamento: 17-12-2019


23 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
odix77
4 anni fa

mi piace quando i veri tifosi si mettono a ricamare e sparare le loro sentenze sul articoli di giornale….. quindi riassumendo : qualcuno del direttivo ha dichiarato zaza in vendita a Gennaio ? non mi risulta….qualcuno del direttiovo ha quindi dichiarato che non lo è più in vendita?? non mi… Leggi il resto »

vecchiamaniera
4 anni fa

Muahahahauahh..2 prestazioni sufficienti e si toglie dal mercato,ricorda la vicenda Gazzi..Bonifazi sia mai che giochi perché dovesse fare ottime prestazioni condite da gol,come ha fatto quando gli è stato dato spazio,dovrebbero tenerlo a discapito della sua alta valutazione.Altra dimostrazione di progettualità da incompetenti.

fringomax
4 anni fa

La parola progetto e la parola Cairo sono due parallele

Mihajlovic chiama Lyanco: il tecnico rivuole il difensore a Bologna

Dalla Spagna: il Siviglia vuole Izzo a gennaio