Il reparto arretrato del Milan si è arricchito ulteriormente, le separazione con Paletta potrebbe velocizzarsi: il Toro osserva interessato

Negli incastri di calciomercato, anche i movimenti effettuati dalle altre società possono smuovere situazioni apparentemente statiche: Gabriel Paletta, dopo il colpo a sensazione che ha portato Bonucci alla corte di Montella, si allontana ulteriormente dalla casacca rossonera. Il pacchetto dei difensori centrali del Milan è ora al gran completo, la separazione dal difensore seguito dal Torino potrebbe presto subire un’accelerata significativa, consentendo ai granata di sferrare l’affondo risolutivo. Per rendere Paletta un obiettivo sensibile, non era necessario che il Milan si muovesse ulteriormente in entrata, ma è chiaro che l’attuale affollamento nel ruolo di difensore centrale, potrebbe indurre il club meneghino a operare un taglio immediato, per scongiurare il rischio di malcontenti e facilitando di fatto le mosse degli uomini mercato granata.

Tra Paletta e il Torino l’intesa è stata siglata da tempo, il giocatore gradisce la destinazione e ha già dato il suo assenso al trasferimento. Un contratto triennale, questo la proposta andata a buon fine formulata dal Toro. Per sciogliere definitivamente la questione, Paletta deve trovare un punto di incontro con il suo attuale club: o una risoluzione consensuale (chiaramente gradita anche al Torino), o una buonuscita da quantificare al momento del suo addio. Si tratta quindi di aspettare, con la consapevolezza che la situazione presto o tardi si sbloccherà: gli ulteriori acquisti effettuati dal Milan nella sua stessa posizione di campo, rendono l’ipotesi quasi una certezza.


42 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
madde71
madde71 (@madde71)
4 anni fa

1969,ti do la mia parola, me lo disse più volte ,ma ciò solo x ricordare l’anomalia di un accadimento solo quello.spero che ha molti questi psicosi malefica del fallimento intacchi sempre meno

fedelissimogranata
fedelissimogranata (@fedelissimogranata)
4 anni fa
Reply to  madde71

Senza offesa ma Cimminelli i soldi poteva metterli quando e come voleva, se davvero avesse voluto (e se ne avesse ancora avuti), invece neanche una fidejussione -ovvero qualcuno che garantisse per lui- era più in grado di trovare, e del resto la sua azienda ha fatto la fine del Toro.

Ivan Groznyj (El Terrible)
Ivan Groznyj (El Terrible) (@el-terrible)
4 anni fa

Ecco, mancava paletta.. giusto.. ora ricominciamo il giro?

1969RG (cairo BOICOTTERÒ i tuoi core business)
1969RG (cairo BOICOTTERÒ i tuoi core business) (@1969rg)
4 anni fa

Certo che di cazzate se ne scrivono su Toro.it per difendere l’indifendibile.

Calciomercato Torino: ora Donsah dà pazienza a termine, chiede ai granata di accelerare

Calciomercato Torino: per Belotti il momento è cruciale, 20 milioni di distanza con il Milan