Il Bologna però non abbassa le pretese: 10 milioni, o giocatore fuori dal calciomercato. Per il Torino il ghanese è un obiettivo anche in vista dell’estate

Da oltre un mese il Torino monitora molto da vicino le vicissitudini di mercato di Godfred Donsah. Già nel periodo natalizio, infatti, come si raccontava su queste pagine, i granata si erano mossi, per capire con il Bologna se il colpo di mercato fosse possibile, oppure no. Gli emiliani, da subito, erano stati molto chiari: volete Donsah? Occorrerà pagarlo, e molto, il succo della risposta che Bigon diede alla società di Cairo. Quanto? La valutazione, oggettivamente fuori parametri, era di circa 10 milioni di euro: per il classe ’96, infatti, solo un anno fa il Bologna dell’allora ds Corvino spese 8 milioni o poco più per prelevarlo dal Cagliari, e gli emiliani non solo hanno intenzione di rientrare nella cifra, ma anche di portare a bilancio una plusvalenza per un prospetto che sta sì trovando poco spazio quest’anno con Donadoni, ma ha del potenziale enorme, soprattutto vista la giovane età.

Proprio la panchina sta iniziando a stare davvero molto stretta al ghanese, grande amico del già granata Acquah, e proprio in questi giorni l’agente del giocatore è tornato alla carica, affinché il Bologna prendesse una decisione definitiva: Donsah serve o meno ai rossoblu? Nel secondo caso, infatti, verrà avanzata in maniera decisa una cessione, ma sempre alle condizioni che poprio gli emiliani vogliono imporre. Nessun prestito, intanto; e poi, di nuovo, quella valutazione monstre che a distanza di settimane ancora non è calata.

Come spesso è capitato, però, il Torino non ha mollato la presa: continua a seguire Donsah, avendo come obiettivo primario l’ormai solito Castro, ma senza eccessiva fretta. È infatti molto più facile arrivare all’argentino, rispetto al ghanese, almeno in questa sessione invernale. Se le cose non dovessero cambiare, allora il Toro si fermerebbe qui, tornando poi alla carica magari in estate, intavolando una trattativa di più facile conclusione. Ma Donsah, appunto, vuole giocare, e a Torino verrebbe più che volentieri. In questi ultimi 11 giorni la porta si potrà riaprire, soprattutto di fronte a un’esplicita richiesta del giocatore. Che per ora non è arrivata, ma che, in caso contrario, non sorprenderebbe proprio nessuno.


80 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
AT72
AT72(@at72)
5 anni fa

Di centrocampisti da comprare ce ne sono no queste mezze pippe.. ci sarebbero Obiang, Inler, Saponara, Paredes… personalmente mi priverei volentieri di Baselli e Valdifiori (che non reputo migliore di Vives)

Rafa
Rafa(@rafa)
5 anni fa

Sembra che per Fathi non ci sia l’accordo. Lo Zamalek sostiene che Il Toro non abbia rispettato la cifra precedentemente concordata…dalla Scozia all’ Egitto, urby inizia a farsi conoscere anche a livello internazionale.

RDS 1963
RDS 1963(@rds-tm)
5 anni fa
Reply to  Rafa

Il lupo perde il pelo ma non il vizio….

AT72
AT72(@at72)
5 anni fa
Reply to  Rafa

Mio figlio di 5 anni è più robusto

AT72
AT72(@at72)
5 anni fa
Reply to  AT72

Credo che di nanetti e mingherlini ne abbiamo già troppi

banbanbigelow
banbanbigelow(@banbanbigelow)
5 anni fa

Io penso che Baselli sia adatto a fare solo un ruolo, e penso che lo farebbe anche bene perché ha tecnica e calcia bene: IL TREQUARTISTA. L’ho scritto qui anche lo scorso anno. Se gli dai un ruolo dove deve anche difendere e picchiare fa la figura di Carla Fracci… Leggi il resto »

AT72
AT72(@at72)
5 anni fa
Reply to  banbanbigelow

io penso che Baselli è solo un grosso raccomandato.. uno di quei giocatori pompati dai media e dal sistema. In due anni non gli ho mai visto fare la differenza.. se devo vedere uno che pascola preferisco vedere Liaijc almeno lui se tante volte decide di correre ti spacca la… Leggi il resto »

Calciomercato Torino: neanche Acquah è sicuro di restare

Il tabellone del calciomercato del Torino: Castro più Donsah per la mediana