Calciomercato Torino: ecco le seconde linee che servono per puntare all’Europa

63
Cairo
CAMPO,18.3.17, Torino, stadio Olimpico Grande Torino, 29.a giornata di Serie A, TORINO-INTER, nella foto: Urbano Cairo, Sinisa Mihajlovic

Le parole di Cairo non lasciano dubbi: servono alternative affidabili per il prosieguo del campionato. Il vice-Belotti prima di tutto

Lo ha detto chiaramente Urbano Cairo, in un’intervista rilasciata ieri: questo Torino ha bisogno di implementare la sua panchina. “Servirà potenziare qualche seconda linea e saremo attenti a farlo”, ha dichiarato il presidente granata, confermando una sensazione emersa chiaramente dopo queste prime tredici giornate di campionato. Il caso più lampante è quello del vice-Belotti. Un punto raccolto in tre giornate senza il Gallo, a cui si aggiungono i due persi contro il Verona, sono un bottino troppo magro per chi vuole puntare all’Europa. L’alternativa scelta dalla dirigenza granata, Sadiq, non ha mai dato l’impressione di poter garantire affidabilità al reparto. La tribuna contro l’Inter e la mancata convocazione contro il Chievo, poi, sono state la dimostrazione ultima di una bocciatura inequivocabile. Mihajlovic vuole altro, sembra evidente, anche se Cairo ha ammesso le difficoltà nel reperire il profilo giusto: “Quando hai un giocatore come Belotti trovare un centravanti importante che gli faccia da riserva non è semplice”.

Un investimento in tal senso, però, verrà fatto dalla dirigenza granata nel corso del mercato di gennaio. E non sarà l’unico. Con il passaggio al 4-3-3, infatti, sono mutati diversi equilibri. Tanto in attacco quanto a centrocampo. Per ciò che concerne le ali, Niang e Berenguer non hanno convinto a pieno – per motivi diversi – ma l’intenzione del Torino è quella di aspettare ancora per non dilapidare gli investimenti fatti solo pochi mesi fa, in particolar modo per il franco-senegalese. L’innesto sulle fasce potrebbe arrivare qualora Edera dovesse partire nuovamente in prestito. L’ex Primavera ha accumulato solo 28’ in campionato – nella sfida contro il Sassuolo – e potrebbe cambiare aria per non rischiare di perdere una stagione. Più complesso il discorso in mediana: Valdifiori è in uscita (i granata potrebbero richiamare Lukic), mentre sembra necessario un nuovo intervento sulle mezzali. Obi, Baselli e Acquah (cui si aggiunge l’incognita Gustafson) non bastano Urgono ricambi all’altezza.

  Iscriviti  
più nuovi più vecchi
Notificami
Abnorme
Utente
Abnorme

Minchia, abbiamo tre terzini sinistri e uno solo destro..

mas63simo
Utente
mas63simo

In questo momento purtroppo il Gallo sta facendo la riserva di se stesso grazie alla fretta di ributtarlo in campo dopo l infortunio . E poi che seconde linee che gia le prime (Berenguer ,Niang)stanno facendo quello che molti noi tifosi avevano previsto cioe “CAGARE” !

odix77
Utente
odix77

ad oggi niang e berenguer sono seconde non prime…..solo per precisare…ma concordo sul fanno cagare,.

Hic Sunt Leones 61 (A.C. TORINO)©
Utente
Hic Sunt Leones 61 (A.C. TORINO)©

Questa foto e’ semplicemente emblematica, a destra uno che ride e pensa” ehehehe ce l’ho fatta a fargli credere che sono un’allenatore !
L’altro a sinistra: eheeeeee non so vedremo…. ma povco giuda mi costi….sei proprio cosi’ sicuro di Niang?