Il portiere rientra dal prestito e si accasa in Serie B, presso i campani. Tornerà a Torino il prossimo giugno, con la speranza di un maggiore impiego

Ora è ufficiale: Alfred Gomis è il nuovo portiere della Salernitana. Almeno fino al termine della stagione. Il Torino ha infatti ufficializzato la cessione in prestito dell’estremo difensore al club campano che milita nel campionato di serie B, nella prima parte di stagione Gomis era al Bologna ma non è mai riuscito a trovare spazio in campionato anche a causa di un infortunio alla mano che lo ha costretto ai box per diverso tempo.

Dopo la bocciatura di questa estate da parte di Mihajlovic, e dopo l’accantonamento di Donadoni in quel di Bologna, l’estremo difensore riparte dalla Serie B, una categoria che conosce molto bene e che lo ha valorizzato nelle scorse stagioni. Gomis è infatti uno dei colpi di mercato della Salernitana, che ha chiuso per il giocatore, cercato in passato anche dal Trapani. A Salerno, Gomis si trasferisce in prestito fino al termine della stagione. Sotto la guida di Beppe Sannino spera di poter trovare maggiore spazio rispetto a quanto ne ha trovato in Emilia Romagna con la maglia del Bologna.


32 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
tore110
tore110
5 anni fa

Per me sarai un ottimo portiere di B . In bocca al lupo Alfred

spettro73
spettro73
5 anni fa

Alfred riscattati e torna più forte e maturo. Io ci credo ancora. Ho seguito te e gli altri ragazzi nel ritiro. Avete le capacità. Forza!

Mimmo75
Mimmo75
5 anni fa

Un pastrocchio la gestione di sto ragazzo, con l’aggiunta di una bella dose di sfiga. Prima Miha a caricarlo di responsabilità alla sua prima stagione in A, nominandolo pubblicamente titolare. Poi la stroncatura dopo 2 errori (gravi per carità) in amichevole. Dalle stelle alle stalle in 10 giorni. Bah! Poi… Leggi il resto »

10genà
10genà
5 anni fa
Reply to  Mimmo75

concordo

Calciomercato Torino: Diop in prestito al Modena, è UFFICIALE

Il Chievo avvisa il Toro: “Chi vuole Castro deve accontentare le nostre richieste”