Toro: salgono le quotazioni di Laxalt, è l’alternativa a Mario Rui

di Giulia Abbate - 17 Giugno 2019

Calciomercato Torino / Mario Rui resta la prima scelta per la fascia sinistra: se sfuma l’affare i granata pensano a Laxalt

Laxalt al posto di Mario Rui. Questa l’idea che sta balenando in testa ai dirigenti del Torino che, come noto, stanno cercando l’uomo ideale per rinforzare la propria fascia sinistra. Un cambio di direzione rispetto a quella precedente? No, la prima scelta del Toro è e resta Mario Rui che piace perchè mancino e soprattutto perché per strapparlo al Napoli servirebbe una cifra ben inferiore a quella richiesta, ad esempio, dalla Spal per Lazzari. Tuttavia, la società del presidente Cairo si sta muovendo per trovare la giusta alternativa qualora l’affare con i partenopei non dovesse decollare. E Laxalt sembra essere la scelta più probabile.

Toro, occhi su Laxalt: i granata sondano il terreno

Quella di Laxalt non è certo una novità assoluta in casa granata. Il ventiseienne esterno uruguaiano, infatti, è da tempo nel mirino del Toro che adesso potrebbe muoversi ufficialmente per portarlo sotto la Mole. Come detto, infatti, in caso di nulla di fatto per Mario Rui, i granata punterebbero proprio sul giocatore in uscita dal Milan per sostituirlo e in questo senso si sono già mossi i primi passi. Un primo sondaggio con la società rossonera è stato fatto e linee guida per la trattativa sono chiare anche se, ovviamente, tutto resta in stallo complice anche la “situazione Europa”.

Un piccolo cambiamento, dunque, c’è stato rispetto ad appena una settimana fa quando a parlare era proprio il procuratore del giocatore Krasouski: “Interesse del Torino? I rumours arrivano anche qui in Sud America, apprendiamo le notizie solo dai giornali. Per il momento è solo quello, nessuno ci ha contattati. Il Milan non ci ha chiamati e nemmeno il Torino o altri club“. Parole che sembravano smentire un’eventuale interessamento del Toro e che, soprattutto, miravano a sottolineare l’intenzione del giocatore di restare a Milano: “Sta bene al Milan e vuole continuare nel Milan” aveva infatti dichiarato l’agente dell’uruguaiano che, tuttavia, sarà probabilmente messo sul mercato proprio dai rossoneri.

Un possibile incrocio tra Milan e Torino

Se da un lato Laxalt rimarrebbe volentieri al Milan, dall’altro la società non sembra essere convinta del reale valore del giocatore che risulta così in uscita. L’esterno non è riuscito a convincere pienamente la società e per il prossimo anno potrebbe accasarsi altrove portando il Milan alla ricerca di un degno sostituto. Situazione che interessa anche al Torino e non solo per lo stesso Laxalt.

Come abbiamo già scritto su queste colonne, infatti, il Milan avrebbe messo gli occhi addosso proprio allo stesso Mario Rui seguito dai granata, considerandolo il sostituto perfetto per prendere il posto di Laxalt (e Rodriguez). I granata, dunque, vogliono puntare tutto sul portoghese tenendo il “quasi-ex” rossonero come seconda scelta mentre, dall’altra parte, il Diavolo vorrebbe liberarsi proprio di Laxalt per sostituirlo con l’esterno del Napoli. L’ennesimo stallo, questo, che continua a legare a doppio filo le due società.

più nuovi più vecchi
Notificami
tarzan_annoni
Utente
tarzan_annoni

Laxalt, secondo me, potrebbe avere un senso. Rui costa troppo, guadagna troppo ed è sopravalutato.

Bagna cauda
Utente
Bagna cauda

Le quotazioni saliranno anche ma in compenso le mie palle non vi dico come cascano con questi articoli da giornale parrocchiale.

mas63simo
Utente
mas63simo

Cairo quando si decide ad ufficializzare il ds.?

orso granata
Utente
orso granata

Non può, attualmente è Petrachi. Se lo facesse Petrachi potrebbe far causa a Cairo e svincolarsi gratis. Il nuovo ds sarà annunciato solo dopo che la Roma, se veramente vuole Petrachi sborserà un paio di giovani. Fino ad allora sta lavorando Bava senza nomina . E’ difficile da capire?