Niang sbotta e cambia agente: “Non è più Raiola”

di Redazione - 4 Maggio 2018

Su Twitter, Niang dichiara di aver cambiato agente: “Raiola non rappresenta più me e le mia famiglia”. L’attaccante del Torino vuole mettere fine alle voci di calciomercato che lo riguardano

M’Bayé Niang non ci sta. Scocciato da come è andata la sua stagione, dalla considerazione che ha avuto, dalle prospettive di finire di nuovo sul calciomercato, l’attaccante del Torino ha voluto cambiare agente. L’ha fatto da pochissimo, perché non è convinto del fatto che Mino Raiola possa davvero fare gli interessi per lui e per la sua famiglia. Possa, insomma, aiutarlo a farlo crescere, farlo diventare grande. C’è anche la scelta di essere finito nel Toro, tra le motivazioni? No, non ci risulta. Ma sicuramente l’idea di aver voluto cambiare procuratore è dovuta al fatto che anche nel Torino non sta più godendo di molta considerazione, e ora rischia di finire nuovamente tra i giocatori in vendita. Come era capitato con il Milan.

Niang cambia agente: ma il Torino lo vuole vendere lo stesso

Proprio così: Niang è scontento del fatto che anche nel Torino, a poco a poco, sia finito per diventare un gregario. Al di là di quanto (poco) mostrato sul campo, la scelta di cambiare agente è dovuta al fatto che la considerazione che di lui ora si ha, in granata, è bassa. Non minima, per carità, ma bassa. Così, su Twitter, una volta deciso di cambiare, ha deciso di ufficializzare il tutto: “Non è mia abitudine esprimermi su questo” dice, “ma tengo a dire che Mino Raiola non rappresenta i miei interessi e quelli della mia famiglia“. Chiaro, eloquente. Addio a Raiola ma niente addio alle prospettive di essere ceduto nel prossimo calciomercato estivo dal Torino.

Balotelli-Torino: Niang cambia agente, ma non è un addio

Chiaramente, l’ipotesi che lo stesso Raiola aveva paventato, intorno all’idea di muovere Niang e Balotelli (direzione Torino), ora si è un po’ arenata. Era già difficile da tempo, per carità, anche per i costi legati all’attaccante in scadenza con il Nizza. Il Toro resta comunque alla finestra, pur sapendo, come era stato sempre detto, che non partiva da una posizione privilegiata. Il cambio di agente da parte di Niang, sicuramente, comporta un rallenamento anche solo nell’ipotesi di trattativa. Si vedrà.

più nuovi più vecchi
Notificami
Hic Sunt Leones 61 (A.C. TORINO)©
Utente
Hic Sunt Leones 61 (A.C. TORINO)©

Niang non merita un’articolo e neanche dei commenti…., spero che cambi. Se cambia ne saro’ il primo ad esserne contento

orso granata
Utente
orso granata

Sta iniziando a maturare e non a marcire come balotelli. Se non un fenomeno come giocatore, almeno come uomo inizia a camminare nella giusta direzione. Se incominciasse a correre….

Sergio (Plasticone69)
Utente
Sergio (Plasticone69)

Su quali presupposti poggi le tue considerazioni ?
Non vive neanche a Torino, torna a milano dopo ogni allenamento…
Magari essere leggermente piu obiettivi nei giudizi…

Vanni(CAIROVATTENE)
Utente
Vanni(CAIROVATTENE)

Ma bracciamozze lo sa? Niente infarto?