Juric in persona avrebbe chiamato il connazionale Rog per convincerlo ad accettare la proposta del Torino, che prima deve convincere il Cagliari

È il centrocampista che nelle idee di Juric andrebbe a sostituire Mandragora, rinforzando un reparto per il quale il Torino sta lavorando dopo aver perso sia l’ex Udinese che Pobega. Per Marko Rog, croato esattamente come l’allenatore granata, è stato a quanto pare proprio Juric a spendersi, contattando il giocatore del Cagliari, come riporta Sportske Novosti. Secondo il quotidiano croato l’allenatore avrebbe provato a convincere Rog a trasferirsi al Toro, a caccia di almeno 8 rinforzi. C’è da convincere il rossoblù, certo, ma pure il Cagliari, che per lasciarlo partire chiede almeno 5 milioni. Una cifra comunque ampiamente messa a budget per il centrocampo, considerato che al momento la squadra può contare solo su Lukic e Ricci, che ad oggi sono i due titolari.

Marko Rog, Cagliari
Marko Rog, Cagliari
TAG:
calciomercato home

ultimo aggiornamento: 22-07-2022


128 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
ardi06
ardi06
27 giorni fa

Io non posso credere che Juric preferisca rog, col crociato rotto due volte a maggiore. Eppure scrivono così. Mi sembra follia pura, non che maggiore sia un campione internazionale, però…

Torino 1967
Torino 1967
27 giorni fa

GD ma poi con ludergnani l’avete trovato il campetto con lo spogliatoio nel container per la primavera ?Ma vi alternate con odix77 alla guida ?

GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
27 giorni fa
Reply to  Torino 1967

mi sono già espresso sul trattamento indecoroso della primavera, almeno 100 volte

quindi il commento stu pido dello 0.3To risulta in linea con il QI<30 tipico della specie.

ale_maroon79
ale_maroon79
28 giorni fa

Questo una volta era un gran pezzo di giocatore, peccato che ormai abbia le articolazioni di pastafrolla.
Io eviterei.

Calciomercato Torino: ottimismo per Denayer ma c’è ancora da trattare

Calciomercato Torino, da Praet a Laurienté: i rinforzi attesi per la trequarti