Il calciomercato del Torino dipende dal Genoa. Preziosi: “Simeone via solo se ho il sostituto”, e tratta Lapadula dal Milan

Per sbloccare le operazioni di calciomercato più intricate, non sempre bastano impegno e volontà di investire: serve anzi attendere il momento propizio, quando tutte le tessere del mosaico si trovano al posto giusto. L’interesse del Toro per Giovanni Simeone è ormai dato di fatto, ieri il presidente del Genoa, Preziosi, ha voluto fare chiarezza attorno alle tante voci di mercato riguardanti il Cholito: “Può partire solo se sarà rimpiazzato adeguatamente, altrimenti ce lo teniamo. Se non troviamo il giusto sostituto non riusciamo a a fare altre operazioni“. Parole chiare, un messaggio da destinare a tutte le pretendenti al baby argentino: Simeone può partire, ma non prima di aver acquistato un attaccante di rendimento, che garantisca il giusto numero di realizzazioni a una squadra che altrimenti rischierebbe di presentarsi ai nastri di partenza priva di peso offensivo.

Ecco che il forte interesse del Genoa per Gianluca Lapadula del Milan, crea inevitabilmente i presupposti per dare vita a un vero intrigo di mercato: proprio l’arrivo dell’attaccante ex Pescara alla corte di Juric, permetterebbe al Genoa di privarsi di Simeone, consentendo al Torino di operare un affondo decisivo. Nella giornata di ieri i rossublu si sono avvicinati sensibilmente all’attaccante rossonero, deciso a fare un passo indietro nella propria carriera, alla ricerca di una squadra che lo faccia sentire importante, magari in una piazza calorosa come quella genoana. Progressi nella trattativa che non possono che essere graditi al Toro, che osserva con occhi interessati le varie fasi dell’affare. Nel caso in cui il Genoa riuscisse ad aggiudicarsi Lapadula, quasi simultaneamente i granata potrebbero fiondarsi su Simeone, con ragionevoli speranze di portarselo a casa. Un intrigo sull’asse Torino-Genova, destinato a far discutere ma che potrebbe presto trasformarsi in realtà.


72 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
Vanni(CAIROVATTENE IN BELIZE)
Vanni(CAIROVATTENE IN BELIZE)(@vanni)
4 anni fa

Visto Younes con i crucchi. Goal di fino e con calma. Ha giocato solo 10 minuti ma si vede la classe. Per questo merita spendere.

Samuele
Samuele(@vidharr)
4 anni fa

Eh! Ma non credo venga al Toro. Fosse vero: Younes, Boyè, Ljajic, Falque, Simeone, Belotti. Fortissimi, età media 23 anni. Magari.

WRiz
WRiz(@wriz)
4 anni fa

Iago con questo modulo o a centrocampo a destra o in panchina.

Vanni(CAIROVATTENE IN BELIZE)
Vanni(CAIROVATTENE IN BELIZE)(@vanni)
4 anni fa
Reply to  WRiz

ma infatti, io Iago quest’anno l’ho visto molte volte tornare a coprire in aiuto di motozappa…perche’ non puo’ stare a meta’ a dx? Pero’ forse ci va un altro mastino di lato ad Acquah, che non potra’ essere Baselli.

Samuele
Samuele(@vidharr)
4 anni fa
Reply to  WRiz

Ha provato una sola volta Iago a centrocampo. Il primo tempo con il Crotone in casa: abbiamo fatto talmente tanta pena che ha cambiato nell’intervallo togliendo Maxi e inserendo Boyè tornando al 4-2-3-1.

WRiz
WRiz(@wriz)
4 anni fa

4312

Samuele
Samuele(@vidharr)
4 anni fa
Reply to  WRiz

Ne sento parlare spesso di questo 4-3-1-2, ma in carriera Non è praticamente mai stato utilizzato da Miha. Ha provato una sola volta quest’anno: il primo tempo con il Crotone. Esperimento penoso. Falque in mezzo sembrava un pesce fuor d’acqua, Belotti e Maxi si pestavano i piedi in continuazione, Ljajic… Leggi il resto »

Calciomercato Torino: può riaprirsi la pista Niang

Calciomercato Torino: Zaccagno può essere il vice Sirigu, Carrasso in stand-by