Terminato il fine settimana, il Torino torna a occuparsi del calciomercato: occhio alla difesa, ma i primi obiettivi non sono immediatamente raggiungibili

Manovre in difesa in casa Torino. Anzi, manovre nella palude del calciomercato. È difficilmente definibile altrimenti la situazione in cui versa, attualmente, il club di Urbano Cairo. Il presidente è al lavoro per cercare le pedine richieste da Sinisa Mihajlovic, ma in questo momento sta faticando a trovare le soluzioni ideali. Così, dalla porta fino all’attacco, la situazione è rimasta piuttosto bloccata. E sembra destinata a rimanere tale ancora per qualche tempo. Si spera, il più breve possibile. Ma il Torino continua a essere al lavoro, nella speranza di riuscire a muovere presto qualche passo importante. L’attenzione è quindi anche rivolta alla difesa, con due nomi su tutti in questo momento: Tonelli da un lato, Cristian Zapata dall’altro.

In ordine gerarchico. E, per entrambi, il discorso è relativamente articolato. Il Torino, infatti, preferirebbe puntare più sull’italiano che sul colombiano, per una questione di margini di miglioramento e prospettiva di aumento del valore futura: Tonelli, per quanto non più giovanissimo, può ancora, secondo il Toro, crescere molto. E farlo in granata permetterebbe non solo di ottenere degli adeguati risultati sportivi, ma anche di tentare una buona plusvalenza sul bilancio, al di là di un’ipotetica cessione in futuro (l’aumento del valore permetterebbe al Toro, in generale, di migliorare il valore della rosa, e quindi di essere ancora più sano dal punto di vista finanziario). Diverso è invece il discorso legato a Zapata, che con Mihajlovic ha già lavorato e col quale ha un buon rapporto: il pro, per il colombiano, sarebbe quello non solo di essere fisicamente integro, più dell’omologo quest’anno sempre fermo per infortunio, ma anche di essere già preparato alle richieste del tecnico. La società è al lavoro. Per uno dei due giocatori. I quali, però, non andrebbero a chiudere completamente ogni operazione in difesa. Il Toro sta infatti valutando se acquistare anche un altro elemento, magari dopo una più attenta valutazione su Lyanco. Ma questa è un’altra storia. Futura: Tonelli e Zapata, dal punto di vista del mercato, sono invece il presente.


77 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
Pietro (Giorgia2004)
Pietro (Giorgia2004) (@giorgia2004)
4 anni fa

Rifiutata offerta per Gastone da 5 m, ma non riusciamo a prender Tonelli per cui c’è ne chiedono 7-8 dovendocene 20. Nebbia sul mercato del Toro , serve accendere i fari. Ops

ExIgneFaxArdetNova
ExIgneFaxArdetNova (@exignefaxardetnova)
4 anni fa

Dunque facciamo qualche considerazione sulla posizione dei centrali… Bonifazi giocava a 3 in difesa ma credo sia dx. Lyanco e’ ambidestro, Rossettini dx, Moretti sx. Quelli in ballottaggio? Non li conosco.

Samuele
Samuele (@vidharr)
4 anni fa

Lyanco ha sempre giocato a destra. Bonifazi destro. Rossettini destro. Moretti sinistro. Zapata e Tonelli sono destri. Direi che arriverà almeno ancora un mancino.

Roberto DS 1963
Roberto DS 1963 (@rds-tm)
4 anni fa

Gira la ruota ? gira la ruota ?

Giovanni64
Giovanni64 (@giovanni)
4 anni fa

Ci stanno facendo girare altre cose.

Calciomercato Torino, Ventura: “Belotti al PSG? Meglio di no…”

Calciomercato Torino, Cairo: “Hart? Capitolo chiuso”