Cutrone-Torino: con Giampaolo al Milan trattativa più complicata

di Francesco Vittonetto - 6 Giugno 2019

Calciomercato Torino / Giampaolo è a un passo dalla panchina del Milan: con lui Cutrone può tornare al centro del progetto. E il Toro…

Che Patrick Cutrone abbia molti estimatori in casa Torino è questione appurata. In gioco, come proprio del calciomercato, ci sono variabili numerose. Ma riassumibili in due categorie. Numero uno: la pista è praticabile specie qualora in Europa ci andasse il Toro, a discapito proprio dei rossoneri. Numero due: attenzione al nuovo allenatore che si presenterà in via Aldo Rossi, negli uffici di Gazidis. Ed è questa, al momento, l’incognita che maggiormente preoccupa il club granata. L’annuncio del successore di Gennaro Gattuso arriverà certamente dopo l’ufficialità della permanenza di Paolo Maldini come dt. Il nome caldo, però, è quello di Marco Giampaolo: che piace a tutti, in casa rossonera.

Cutrone, con Giampaolo al Milan può tornare titolare

Il (quasi ex) tecnico della Sampdoria ha fatto del 4-3-1-2 il paradigma dal quale costruire la sua idea di calcio. Il fantasista, ma soprattutto le due punte. E qui sorgono i primi intoppi per le mire del Torino. Qualora fosse proprio il mister di Bellinzona a guidare il Milan nella prossima stagione, la situazione di Cutrone cambierebbe radicalmente.

Da prima alternativa di Piatek nel 4-3-3 di Ringhio a puntero accanto al polacco, con un trequartista appena dietro. Scenari differenti, decisamente più verdi campo che grigio panchina. E piani più complicati per il club di Urbano Cairo, che sarebbe più in difficoltà nel proporre al classe ’98 qualcosa di davvero irrinunciabile rispetto alle prospettive di titolarità nel club che lo ha lanciato nel calcio dei grandi.

Torino, si complica la pista di mercato per l’attacco

Infiniti, i capovolgimenti del mercato. Impossibile dunque considerare già chiuso, per il Toro, il discorso Cutrone. Perché il gradimento di società e piazza, in granata, ci sarebbe tutto. Molto dipenderà dallo scenario: qualsiasi mutamento, favorevole per l’una o per l’altra parte, condizionerà i dialoghi tra i club.

Per ora il fattore Giampaolo, sebbene non sia ancora entrato ufficialmente in gioco, è un ostacolo non da poco. Da qui al 2 settembre, però, ci sarà il tempo per nuovi ribaltoni.

più nuovi più vecchi
Notificami
Casao92
Utente
Casao92

Come centravanti c’è Belotti.

Troposfera Granata
Utente
Troposfera Granata

Con Belotti e Zaza ci mancava il terzo?
Questa di Cutrone è una boutade di chiaro stile riempitivo.
Sarà lunga da qui a fine agosto.

Rob Ocop
Utente
Rob Ocop

Questa notizia lo letta pure da altre parti, qualcosa c’è…..e sicuramente Mazzarri ha avvallato la cosa almeno a livello di sondaggio. Poi non si farà niente perché quello rimarrà al Milan . Certo la cosa è un po’ ambigua…

AT72
Utente
AT72

Cutrone é solo una bruttissima copia di Belotti e di sicuro non serve a nulla perché ammesso che occorra un suo vice é da pazzo pagare profumatamente un giocatore giovane e sopravvalutato e tanto più al milan (cerchi altrove i soldi per coprire il suo debito). Al Toro necessita una… Leggi il resto »