De Silvestri, le 100 presenze nel Torino si avvicinano. Poi il rinnovo

De Silvestri, 100 presenze possibili già contro il Lecce. Poi il rinnovo

di Francesco Vittonetto - 11 Settembre 2019

De Silvestri, possono arrivare presto le 100 presenze nel Torino. Poi si ragionerà sul rinnovo: il suo contratto scade nel giugno 2020

Per Lorenzo De Silvestri la quota 100 è vicina, vicinissima. Macché pensione, 100 sono le presenze nel Torino che il terzino potrebbe agguantare già lunedì, nella sfida contro il Lecce valida per la terza giornata di Serie A. Al momento il terzino è infatti a 99 gettoni con la maglia granata, considerando il campionato, la Coppa Italia e pure le sei presenze su sei accumulate nei preliminari di Europa League, dal Debrecen al ritorno contro il Wolverhampton. Meno uno alla tripla cifra, un traguardo che l’ex Samp potrebbe tagliare se Mazzarri sceglierà di mandarlo in campo contro i giallorossi di Liverani.

De Silvestri, fin qui 8 presenze da titolare in stagione

Ipotesi non certo peregrina, dal momento che fino a qui l’esterno non ha saltato neppure un minuto delle gare ufficiali di questa stagione. 720 minuti totali, che diviso otto (sei in EL, poi Sassuolo e Atalanta) fa novanta per volta: conto perfetto.

E’ una delle colonne di Mazzarri, il 29. Proprio lui, arrivato invece su precisa (e insistita) richiesta di Mihajlovic, che lo volle in granata dopo averlo allenato prima alla Fiorentina e poi al Doria. Dall’estate 2016 a oggi, la vita calcistica di De Silvestri ha percorso molteplici strade: l’inizio difficoltoso, la progressiva crescita, l’impiego da una difesa a quattro a un centrocampo a cinque, la scoperta di un vivissimo senso del gol, l’opera (riuscita) di conquista dei tifosi. In lui i granata vedono lo spirito di lottatore umile che la filosofia del Toro annovera tra le sue figure cardine.

Il rinnovo di contratto si avvicina

Un lottatore colto, per giunta, e qui fa fede la Laurea in Economia Aziendale conseguita nell’aprile scorso. Riconoscimento di ben altro spessore rispetto a quello, comunque importante, che potrebbe giungere tra cinque giorni. Quelle 100 presenze che lo legherebbero, in qualche modo, ancora di più al Toro.

Un po’ come potrebbe fare il rinnovo di contratto, per il quale (ve lo raccontavamo a fine luglio) i contatti arriveranno presto. La sua volontà è chiara: non ultimo a Bormio, il terzino ha dichiarato pubblicamente di non aver problemi a prolungare il matrimonio, attualmente in scadenza nel giugno 2020. Prima, però, il campo: c’è un piccolo record da consegnare agli annali.

più nuovi più vecchi
Notificami
Benvenuti
Utente
Benvenuti

Deve rimanere prenderà le veci di Emiliano Moretti. Si hanno bisogno di questi professionisti seri