Edera: senza Longo il Frosinone non è più favorito, avanzano Udinese e Parma

di Andrea Flora - 21 Dicembre 2018

L’esonero di Longo potrebbe cambiare il futuro di Edera, che a Frosinone avrebbe ritrovato il suo vecchio tecnico, che già in estate lo avrebbe preso con sé

Simone Edera e il Torino potrebbero separarsi a gennaio e non è un mistero: poco impiegato da Mazzarri, il classe ’97 è destinato a partire nella prossima sessione di calciomercato. In pole in principio c’era il Frosinone di Moreno Longo, dato quest’ultimo conosce molto bene il giocatore avendolo allenato con la Primavera dei granata. Ora  che alla guida del Frosinone c’è Marco Baroni, cambieranno – probabilmente – anche gli obiettivi del mercato per rinforzare la squadra ciociara in vista del girone di ritorno di Serie A e la serrata corsa salvezza per la squadra gialloblù. Ed è per questo motivo che Frosinone potrebbe non essere più la soluzione preferita da Edera, con Parma e Udinese (le altre due contendenti) che hanno ora più possibilità di arrivare all’esterno.

Edera al Torino non è riuscito a trovare lo spazio che cerca

Un inizio di campionato non dei più esaltanti dal punto di vista del gioco e delle prestazioni per Simone Edera. Dopo essere partito bene lo scorso anno in prima squadra dopo essere stato lanciato da Siniša Mihajlović, quest’anno sotto la guida di Walter Mazzarri il talentuoso torinese non è riuscito a convincere l’allenatore toscano a trovargli così gli spazi per farlo giocare con costanza con Belotti e i compagni.

I prossimi mesi, quasi sicuramente lontano dal Torino, diranno molto sulle reali possibilità che il ragazzo ha di tornare a giocare nelle fila dei granata al termine della stagione. Obiettivo di questa sessione del mercato di riparazione è quindi trovare una squadra che possa trovargli spazio e farlo giocare con costanza.

Edera e la gratitudine nei confronti del Torino

L’esplosione di Parigini ha frenato Edera, che non ha saputo sfruttare al meglio le chance concesse da mister Mazzarri per dimostrare di poter indossare la maglia granata. La conseguenza è un’inevitabile retrocessione nelle gerarchie della squadra, nonostante nell’estate si fossero liberati diversi posti da titolare con le cessioni di Niang e Ljajic.

E’ quindi noto da tempo che l’esterno abbia le valigie in mano, ma non ha mai rilasciato dichiarazioni contro il Torino o la dirigenza: tutt’altro. E questo è anche la dimostrazione della maturità del ragazzo nonostante la giovane età.

più nuovi più vecchi
Notificami
GranataDentro
Utente
GranataDentro

spazio troppo ridotto, meglio andarea giocare altrove. Vero che soriano se ne dovrebbe andare, ma ne resterebbero almeno 4 davanti a lui, comunque. Vada a fare esperienza fuori che il tempo e l’età sono dalla sua

Mimashi
Utente
Mimashi

Mazzarri io ha sempre lodato pubblicamente salvo poi non fargli quasi mai vedere il campo.
Chiaro che il rapporto non sia idilliaco…anzi.
Spero per Simone che possa trovare un allenatore in grado di valorizzarlo, magari qualcuno che non va in campo con un 10-0-0

GranataDentro
Utente
GranataDentro

Tutto bene il tuo commento, tranne l’ultima frase. Polemica e nulla. Perchè anche guardando le ultime 2 partite contro squadre forti, tutto si può dire tranne che non ce la siamo andati a giocare. Ma si sa, l’obbiettivo è quello di provare a demolire sempre. Quindi in questo sei particolarmente… Leggi il resto »

Mimashi
Utente
Mimashi

Se secondo te Mazzarri è un allenatore che ama il gioco offensivo, abbiamo un’idea profondamente diversa di come sia il calcio. Detto questo parlano i fatti : il Toro segna poco e fa spesso addormentare, gioca un calcio noioso con 3 centrali, due centrocampisti di rottura e due esterni che… Leggi il resto »

GranataDentro
Utente
GranataDentro

scinderei l’atteggiamento iniziale e formale della squadra, con i risultati che si ottengono in campo. Fa dormire? si spesso sdi. Mazzarri cura la parte difensivva in modo maniacale? si e meno male aggiungo io. segnamo poco? si qualcosa davanti non va. Ma non è che mette in campo una squadra… Leggi il resto »

Mimashi
Utente
Mimashi

Ma non significa nulla “giocare per non prenderle”…è un Toro che gioca male secondo me : punto.
Meitè è un incontrista, non un incursore alla Benassi.
Mazzarri secondo me è abbastanza finito come allenatore, ma restano punti di vista.

GranataDentro
Utente
GranataDentro

Confermo la tua ultima frase, restano punti di vista. Cioè non pretendo di avere ragione. detto ciò mi piacerebbe un allenatore che riesce a coniougare bello e utile. sarebbe il top. almeno ora ne abbiamo uno che una cosa la sa fare, visto che almeno siamo la 4 o 5… Leggi il resto »

rotor
Utente
rotor

Tanto sia all’ Udinese che al Parma non giocherebbe.