La trattativa per il portiere ha rinvigorito i contatti tra le società, ampliando gli orizzonti: su richiesta di Mihajlovic, si tratta anche Kucka

Le ultime dinamiche di mercato, che vedono il Toro all’affannata ricerca di un portiere capace di infondere sicurezza, hanno contribuito ad intensificare i contatti con il Milan, che tra le proprie fila, annovera giocatori appetibili alle mire granata. Tra le esigenze più impellenti del Torino non c’è solamente quella del portiere, ma anche il dover impreziosire una rosa che dopo un avvio di mercato incoraggiante, ha visto, soprattutto in difesa, un ricambio di giocatori che sembra aver intaccato certezze e convinzioni. Sensazione acuita dalla pericolante prestazione fornita a Milano. Tuttavia, nella mappatura dei nuovi equilibri difensivi, al di là di quello che riserverà il mercato, fondamentale sarà la mano dell’allenatore e dei suoi dettami tattici.

Diverso è il discorso legato al centrocampo, dove l’esigenza manifestata da Mihajlovic di incrementare qualità e sostanza, inizia ad essere datata ed impolverata. Prosegue la ricerca di un profilo realmente capace di spostare gli equilibri, dando nuova linfa a un settore apparso troppo povero per perseguire con ragionevolezza, l’obiettivo Europa. L’identikit risponde a un giocatore che il tecnico serbo conosce bene, dopo averlo voluto con sé al Milan: Juraj Kucka continua a gravitare in orbita granata, e Mihajlovic in queste settimane ha rammentato all’interessato, la stima e l’importanza che rivestirebbe al Toro, qualora il suo passaggio in maglia granata divenisse realtà. Un’opera di convincimento che ha dato i suoi frutti, persuadendo il giocatore, conscio dell’attuale affollamento che sta vivendo il centrocampo rossonero. Lo spazio vitale ora è ancora più risicato, dopo gli arrivi di Sosa e Pasalic.

La chiusura del mercato sempre più prossima, può avere una doppia influenza sui negoziati: da un lato ammorbidire la posizione del Milan, disposto sì a trattare, ma a condizioni fino a questo momento ritenute poco convenienti dal Toro. Dall’altra spingere i granata ad alzare la propria offerta, considerato che le recenti cessioni hanno immesso nelle casse denaro fresco, e che il campo, se ce ne fosse stato bisogno, ha ulteriormente evidenziato l’esigenza di intervenire, con tempestività, a rinforzo del centrocampo. Con il discorso Gabriel sempre in piedi, ad arricchire ancora di più la posta in palio.

TAG:
Mihajlovic toro

ultimo aggiornamento: 26-08-2016


278 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
Giodrupi67
Giodrupi67(@manfredo)
5 anni fa

gigi, una quattro stagioni ben cotta, grazie.

Gigiovic
Gigiovic(@gigiovic)
5 anni fa

non facciamo i perversi….Obi- Vives- Benassi…centrocampo da lega Pro…

re di mercato
re di mercato(@re-di-mercato)
5 anni fa

“Kucka non ci interessa e Baselli resta. Mentre Maksimovic può partire. Abbiamo già investito una cifra considerevole, 20 milioni, acquistando calciatori pronti subito e altri che adesso magari faranno un po’ di panchina, ma su cui crediamo molto. Vida? Non arriverà, visto che la Dinamo Kiev ha comunicato che è… Leggi il resto »

Maksimovic, il Toro non ha fretta: Napoli costretto ad alzare l’offerta

Cairo: “Kucka non ci interessa, Maksimovic può partire”