Calciomercato Torino / Giampaolo è stato chiaro dopo il Milan: questa squadra ha carenze nel palleggio. Vagnati e Cairo cercano soluzioni

Il calcio di Giampaolo esiste e impone un passaggio in più. Chiuso nella ostile San Siro, l’allenatore del Torino faceva professione di dotta ignoranza dopo la sconfitta contro il Milan: non illudetevi, la differenza la fanno solo i calciatori, non io, diceva ai cronisti (“il calcio di Giampaolo non esiste” è stata la frase a effetto per riassumere il concetto). Eppure, negli appelli rivolti ai suoi, c’erano gli strali di un tecnico ben conscio di non avere il materiale tecnico adatto a eseguire le sue idee. “Questa squadra ha lo spirito e la rabbia. Ora dobbiamo solo aggiungere quel passaggio in più per evitare corse e recuperi lunghi”. Solo. Ovvero un macigno. Perché per trovare una via alternativa agli scambi (chilometrici) tra difesa e attacco bisogna lavorare a centrocampo. Là dove il Toro ha poche risorse. A meno che non si intervenga attraverso il calciomercato.

Meité è sul piede di partenza: le parole di Vagnati

Rincon non è un regista, Linetty e Lukic sono mezzali più di corsa che di palleggio, Gojak fin qui non ha inciso, Baselli sta rientrando gradualmente, Segre ha poco spazio mentre Meité aspetta l’esito della trattativa che potrebbe portarlo al Milan. Radiografia sommaria, certo, ma che dà conto della situazione. Il Torino si sta muovendo per reperire almeno un rinforzo in mediana. Se non altro per sopperire alla probabile partenza del 23 (“Ha diverse richieste”, ha ammesso il ds granata Vagnati).

Lobotka il sogno, per Duncan c’è il rischio Cagliari

Il sogno è Lobotka del Napoli: la trattativa è ardua ma si sta lavorando per ammorbidire le resistenze azzurre. Con la Fiorentina – oltre a Kouamé – si è parlato anche di Duncan, giocatore dinamico conteso soprattutto da Cagliari e Verona. Nei fatti, però, all’11 gennaio la svolta non sembra dietro l’angolo. Giampaolo, in questo, si è mostrato pragmatico: “Il mercato è qualcosa che si farà. Ma io devo pensare a quello che ho a disposizione”. Che però non gli garantisce adeguate soluzioni. L’invito a cercare quel passaggio in più è, indirettamente, un pungolo alla società. La classifica non permette che resti lettera morta.

Giampaolo e Vagnati
TAG:
home

ultimo aggiornamento: 11-01-2021


30 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
3min40sec
3min40sec
5 giorni fa

Cairo e Vagnati telefonano alla altre società

Fantozzi.jpg
Simone(Toroxever)dito su👆 per gli anonimi 🐰 🐰 🐰 68
Simone(Toroxever)dito su👆 per gli anonimi 🐰 🐰 🐰 68
5 giorni fa
Reply to  3min40sec

🤣🤣🤣🤣🤣🤣😂😂😂😂😂😂😂Muoio….

Mondo
Mondo
5 giorni fa
Reply to  3min40sec

😂😂😂😂😂

mas63simo
mas63simo
4 giorni fa
Reply to  3min40sec

Vagnati ….è lei ? 😂😂😂😂😂

Simone(Toroxever)dito su👆 per gli anonimi 🐰 🐰 🐰 68
Simone(Toroxever)dito su👆 per gli anonimi 🐰 🐰 🐰 68
5 giorni fa

Qui si fanno descrizioni di ciò che farebbe una società seria, giustamente. Nel frattempo si leggono difese ((s) mascherate)di quelli che sta facendo cairo. Una volta si diceva “dopo cairo c’è il nulla”. Poi: “volete fallire”? Adesso sono arrivati acquirenti, banche, industriali, nomi, cognomi e offerte. Anche se con un… Leggi il resto »

tric
tric
5 giorni fa

Meité. Zaza, N’koulou e Verdi mi ricordano la “bela Maria, che tuti la voru ma gniun a la pia”

Soumaoro allontana Nkoulou dal Bologna

Serie A, la Fiorentina si inserisce per il Papu. Torregrossa alla Samp