In un’intervista a La Stampa, Federico Gatti ha parlato della trattativa con il Toro a gennaio e della successiva scelta di andare alla Juve

Il derby tra il Torino e Juventus, per quanto riguarda il campo, inizierà questa sera alle 20.45, in realtà a livello societario è cominciato a fine gennaio con i granata che sono rimasti beffati vedendo sfumare l’affare Federico Gatti all’ultima curva, nonostante l’accordo già trovato con il Frosinone e con lo stesso giocatore. In un’intervista rilasciata a La Stampa, il difensore ha ora raccontato cosa è successo negli ultimi giorni del mercato di gennaio e della sua scelta di trasferirsi alla Juventus.

Gatti: “Torino o Juventus? Ho avuto poco tempo per decidere”

“Di porte in faccia ne ho ricevute e me le ricordo tutte. Ogni volta dicevo: ‘Adesso gli faccio vedere chi sono…’. Sono uno che vive di calcio e che se perde sta male – ha esordito Gatti, ripercorrendo anche la sua carriera e la gavetta fatta nelle serie inferiori – Mi sono trovato al centro di un mondo incredibile. Torino, Juve, il mercato, la Premier che bussava, ma io so quello che voglio e da dove sono partito”.

Il difensore si è poi soffermato sugli ultimi giorni di mercato e sulla scelta di accettare l’offerta della Juventus e rifiutare quella del Torino: “Juric l’ho sentito al telefono e ho ricevuto una scossa di adrenalina incredibile perché è un grande motivatore. Mi ha spiegato: ‘Ti muoverai inizialmente sulla destra, poi…’. Poi mi hanno avvisato che c’era l’offerta concreta della Juve: mio nonno, granata, mi ha aperto casa dopo le visite lampo alla Continassa in lacrime. Era felice per me. Ho avuto pochissimo tempo per decidere, ancora rivivo quei momenti. Mi hanno avvertito i miei agenti, mi sono sentito con i compagni di squadra più anziani ed esperti e ho scelto la Juve in 20 minuti. Come mi vedo alla Juve? Non di passaggio, anche se le decisioni sono di club e allenatore. Ho una voglia matta di dimostrare che sono all’altezza”.

Infine, una battuta sul derby di questa sera: “Chi tifo al derby? Tifo per tutte le squadre in cui sono chiamato a giocare. Tra i miei amici ci sono più granata…”

Federico Gatti
Federico Gatti
TAG:
calciomercato home

ultimo aggiornamento: 18-02-2022


35 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
aletoro75
aletoro75
3 mesi fa

Per me è andata bene così, 10 milioni sono una cifra folle. Li hanno buttati i gobbi che replicheranno l’operazione Rugani, da fenomeno a bidone in un amen.

Fra Pozz
Fra Pozz
3 mesi fa

Io tifo toro..i miei familiari no. Se tempo fa mi fossi trovato a scegliere fra le due società non avrei esitato un attimo. Forse il portafoglio conta di più della passione. Giocando nel toro non moriresti di fame,ma avresti realizzato il sogno tuo e della tua famiglia. Che non si… Leggi il resto »

Fabio75
Fabio75
3 mesi fa

Dalle dichiarazioni fatte non sembra proprio un “fulmine di guerra”…. diciamo che si adatta bene al livello cognitivo medio di un gobbo….

Venezia, acquisto prima del Toro: i lagunari pescano dagli svincolati

Praet, il bivio del Torino: riscatto in bilico, ma l’addio non è scontato