Calciomercato Torino / Praet rischia di non vedere più il campo, Cairo e Vagnati riflettono sul futuro: gli scenari

Dennis Praet guarderà senza viverle tante, delle prossime partite del Torino versione 2021/2022. Forse tutte. L’infortunio al quinto metatarso del piede sinistro l’ha condannato a una seconda parte di stagione ai box, un bel guaio sia per lui che per Ivan Juric, che non ha altri giocatori con caratteristiche simili al belga. La situazione, inevitabilmente, si riverbera anche sul futuro. A giugno, scadrà il prestito del giocatore e il Toro dovrà scegliere se sborsare o meno i 15 milioni pattuiti la scorsa estate. Inutile dirlo: ora tutto è in bilico. La cifra è importante, e il club granata sta riflettendo se vale la pena investirla in un calciatore che ha potuto utilizzare, di fatto, solo per pochi mesi.

L’infortunio: più sfortuna che fragilità

Praet, al di là di qualche acciacco velocemente risolvibile, ha già avuto un infortunio abbastanza lungo nel corso di questa stagione: tra settembre e ottobre ha saltato quattro partite a causa di un problema muscolare al bicipite femorale. Ma se quello era riconducibile a una fragilità già nota al club, questo nuovo infortunio è solo frutto della sfortuna. Questo dettaglio aggiunge certamente qualcosa alle riflessioni di Cairo, Vagnati e Juric, ma non sposta la valutazione: 15 milioni, a questo punto, sono troppi.

Praet, la stima di Juric e i piani del Torino

Juric – è bene sottolinearlo – ha molta stima di Praet: sa bene che, nel suo sistema, avere un giocatore come il 22 può dare equilibrio, perché permette anche di abbassare il ritmo oltreché di dare inventiva alla fase offensiva. Non disdegnerebbe insomma di lavorare con lui anche nella prossima stagione. In breve, al momento gli scenari per la permanenza sono due: ottenere uno sconto sul riscatto da parte del Leicester o accordarsi per il prolungamento del prestito fino a giugno 2023. Al di fuori da queste due opzioni, c’è l’addio: la soluzione più drastica e quella che il Toro sta tenendo come extrema ratio.

I granata, come detto, stanno valutando le possibilità, tenendo in considerazione tutte le scelte che saranno da compiere entro giugno. Brekalo è, tra tutti, il trequartista che ha convinto di più il club, finora: il riscatto da 11 milioni è vicino. Oltre a Praet, anche su Pjaca permane ancora qualche dubbio. Il croato, da par suo, avrà ancora diverse partite per dimostrare il suo valore. Il belga, per ora, dovrà restare a guardare.

Dennis Praet of Torino FC in action during the Serie A football match between Torino FC and Bologna FC.
TAG:
home

ultimo aggiornamento: 24-02-2022


23 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
Troposfera Granata
Troposfera Granata
2 mesi fa

Intanto vediamo come crescerà da qui a giugno Demba Seck: potremmo già avere il trequartista titolare del prossimo anno, chissà. Poi stiamo a vedere dove Juric intenderà far giocare Ricci; da qualche parte ho letto che c’è chi lo vede sulla trequarti (boh?!). In ogni caso, Praet a me piace… Leggi il resto »

suoladicane
suoladicane
2 mesi fa

vuoi vendere la tua casa in montagna, chiedi 250mila euro e l’affitti con diritto di riscatto; l’inquilino non ci va perchè quest’anno non c’è la neve e non può sciare, però ti propone di acquistarla al 50% del suo valore, che fai? lo mandi a cagaxe……..

Troposfera Granata
Troposfera Granata
2 mesi fa
Reply to  suoladicane

Tutto giusto, ma il valore di un giocatore sale o scende molto più rapidamente ed è legato oltre che alla sua qualità intrinseca, a quante partite gioca, a quanti infortuni ha, e di quale entità, a come si esprime in campo, a quanto dura ancora il suo contratto. Belotti è… Leggi il resto »

suoladicane
suoladicane
2 mesi fa

giusto quello che dici, ma il valore del riscatto è già stato fissato e già considera la durata del contratto, l’entità dell’ammortamento, il totale dell’ingaggio ecc… ecc…; quindi dire oggi che il prezzo non è più quello perchè il giocatore si è rotto per un trauma di gioco non ha… Leggi il resto »

GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
2 mesi fa
Reply to  suoladicane

mamma mia che esempio calzante! Nel merito ha già risposto@Troposfera: il valore/costo di un giocatore fluttua anche solo in un anno in modo esorbitante (anzi direi esagerato) Segna tanto: cresce; un anno in meno di contratto:cala; Si infortuna: crolla; la squadra gira Cresce; la squadra retrocede: crolla; Promozione: cresce; Litiga… Leggi il resto »

Samuele
Samuele
2 mesi fa
Reply to  suoladicane

Esempio completamente fuori luogo. Se vuoi proprio usare la casa è così. Prendi una casa in affitto per un anno con riscatto a 150.000 euro guardando solo delle foto online. Di affitto ne paghi 20.000 per un anno. Vai a viverci e ti rendi conto che il bagno è da… Leggi il resto »

GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
2 mesi fa
Reply to  Samuele

Ecco @Samuele, ora siamo già più vicini alla realtà calcistica
Esempio più calzante!

(comunque mondo del calcio tutto proprio, con leggi commerciali proprie, spesso senza un senso compiuto)

odix77
odix77
2 mesi fa

Su praet pesano troppo gl iinfortuni anche se giustamente alcuni fanno notare che l’ultimo niente ha a che fare con problemi muscolari noti o semi noti….onestamente a 15 al momento praet non è da riscattare soprattutto vista la nostra condizione generale… concordo invece in parte con chi fa i conti… Leggi il resto »

Gatti: “Ho scelto la Juve in 20 minuti. Ma avevo già parlato con Juric al telefono”

Pjaca deve alzare il livello: in ballo c’è (anche) il riscatto