Calciomercato / La partenza di Joel Obi del Torino permetterebbe di liberare un posto a centrocampo. Il Parma tenta di accelerare

Non è ancora decollata la trattativa tra Joel Obi e il Celta Vigo. Potrebbe decollare presto quella con il Parma o, più defilata, la Spal. Il Torino, pur stimando il giocatore, vorrebbe comunque lasciarlo partire: pensa di poterne fare a meno per poter liberare un posto a centrocampo. Un po’ come per Afriyie Acquah, a dire il vero: ma se il ghanese non sta avendo richieste (e l’unica trovata non convince: l’Empoli), e per questo una sua partenza sembra improbabile, diversamente sta andando il calciomercato per il centrocampista nigeriano, il quale tuttavia rischia di costare troppo sia per il cartellino, sia soprattutto per l’ingaggio. Così anche il club spagnolo, il più avanti di tutti in ogni discorso su Obi, sta prendendo tempo. Ma il Torino ha necessità, invece, di accelerare.

Joel Obi, Torino disposto a cederlo: ci provano Parma e Spal

Se in Spagna Joel Obi ha tentato il colpo grosso dal punto di vista dell’ingaggio, ben diversa sarebbe invece la situazione nel caso dovesse accettare una soluzione italiana. Quale? Sono due le squadre che stanno tentando di acquistarlo: il Parma (e per lui sarebbe un ritorno, al quale ha dato gradimento), e la Spal. Entrambi club di terza fascia, che non sarebbero minimamente vicini alle richieste economiche avanzate dal giocatore con il Celta Vigo. Le due società, però, fanno entrambe leva sul fatto che sarebbe un titolare pressoché inamovibile, una prospettiva che comunque piace al nigeriano, intenzionato a rilanciarsi dopo essersi riconquistato la maglia della nazionale nigeriana (non senza critiche in patria).

Joel Obi: il Torino spinge per la cessione, chiesti 5 milioni

Qualche settimana fa, il Celta Vigo e Joel Obi si erano parlati a lungo. L’oggetto della chiacchierata? Fare in modo di sbloccare la situazione e perfezionare il trasferimento. Non spaventano i 5 milioni richiesti dal Torino: tanti soldi, per un giocatore l’anno prossimo in scadenza e con una miriade di infortuni alle spalle; ma la cifra è giudicata congrua, se rapportata al valore che il centrocampista ha saputo mostrare soprattutto quest’ultimo anno, quando, guarda caso, gli stop per guai fisici sono stati molti meno. Il problema continuava (e continua) a essere quello dell’ingaggio richiesto, che Obi vorrebbe ben superiore al milione di euro. Quasi 1,5 chiede, per la precisione, e per almeno tre anni. Insomma, non proprio un’operazione low cost, ed è qui che si stanno facendo più ragionamenti. Ecco quindi che si tratta, con il Celta Vigo ora più defilato e con due club italiani più in pressing. E con il futuro di Obi che, a oggi, sembra sempre più lontano da Torino.


17 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
DHEA
DHEA
3 anni fa

Io proverei a rinnovare il contratto(a cifre consone),se nn accetta,purtroppo,va venduto.
Ohi in rosa(non titolare)ci starebbe eccome

Bischero
Bischero
3 anni fa

Dobbiamo guardare in faccia la realtà. Obi al 100%é un gran bel centrocampista. Ma parliamo di 12 gare all anno. Come lo sappiamo noi lo sanno tutti gli addetti ai lavori. Se a questo aggiungi che va a scadenza risulta difficile cederlo a 5 milioni. Andrà via ma a fine… Leggi il resto »

Bartolomeo Pestalozzi
Bartolomeo Pestalozzi
3 anni fa

Visto la qualità del nostro centrocampo è l’ultimo da mettere in vendita. Le metà partite che riesce a fare di solito si nota.

Torino, Krunic si avvicina: passi avanti con l’Empoli

Calciomercato, Niang manda un messaggio a Balotelli e col Nizza non è in panchina