Calciomercato Torino / Il centrocampista Ibrahim Karamoko torna in Francia e riparte dalla seconda squadra dell’EA Guingamp

Era arrivato dal Chievo Verona (con cui aveva anche esordito in serie A) nell’estate del 2020 per rinforzare la Primavera del Torino in quel momento allenata da Marcello Cottafava: nonostante le importanti doti fisiche e tecniche, Ibrahim Karamoko non è però riuscito a esprimere pienamente il proprio potenziale e soprattutto non è riuscito a convincere Ivan Juric prima, che lo scorso anno lo aveva anche convocato per il ritiro estivo a Santa Cristina in Valgardena. Non è poi andata molto meglio nel corso dell’ultima stagione trascorsa in Belgio in prestito al Virton. Ora l’esperienza al Torino di Karamoko è giunta al termine e il centrocampista torna nella sua Francia dove è pronto a ripartire con la maglia dell’EA Guingamp II, la seconda squadra del club transalpino.

Ibrahim Karamoko
Ibrahim Karamoko
TAG:
calciomercato home

ultimo aggiornamento: 10-07-2022


8 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
Fabio (febius6)
Fabio (febius6)
1 mese fa

Caspita…uno in meno per il ritiro, ora scimmietta deve rifare i conteggi…

BiriLLo
BiriLLo
1 mese fa

Piaceva anche a me..
Così come ora N’Guessan.
Si sente aria di smobilitazione.

GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
1 mese fa

questo doveva essere forte. peccato

ardi06
ardi06
1 mese fa

Se è come dici tu perché non lo hanno tenuto? O sono in mala fede, oppure non è così bravo

Sunnapunna
Sunnapunna
1 mese fa
Reply to  ardi06

Non Penso malafede… Prob testa calda o poca voglia di lavorare duro x fare il salto. peccato perche ripeto.. Nessuno come lui nella primavera di 2 anni fa..
Le partite Che ho visto era na spanna sopra a tutti.. Avversari compresi.

GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
1 mese fa
Reply to  ardi06

Quando arrivò intendo. Lo definiva o così
Dai ardi su, scendi dal pero

Torino-Laurienté, i francesi aspettano un rilancio: c’è ancora distanza

Bremer “blocca” (per ora) gli arrivi in difesa: da Solet a Kumbulla, tutti in stand-by