Calciomercato Torino / Superata la data di scadenza per il diritto di riscatto i granata ci provano ancora ma rischiano di perdere Mandragora

Ora il Torino rischia davvero di perdere Rolando Mandragora. Dopo che non è entrato in vigore l’obbligo di riscatto a 9 milioni è passata anche la data oltre la quale non sarebbe più valso il diritto di riscatto fissato a 14 milioni. I granata hanno provato a lungo a trattare con la società bianconera per ottenere un prezzo più basso. Addirittura la società granata ha provato a strappare il giocatore alla Juventus per meno di 9 milioni di euro. I bianconeri naturalmente non hanno voluto privarsi così facilmente di un giocatore di quella qualità. Inoltre la dirigenza della Juventus sapeva che anche altre squadre erano interessate al centrocampista italiano. Tra queste squadre, che probabilmente sono disposte ad offrire di più di quanto abbiano fatto fino ad adesso i granata, ci sono Fiorentina e Roma. Il Toro continuerà a trattare con l’altra squadra di Torino – anche cercando di arrivare alla cifra richiesta dalla Juve, ma passando per un nuovo prestito -, ma ora che le altre squadre possono inserirsi e trattare con la Juventus, le probabilità di perdere il centrocampista sono sempre più concrete.

Il Torino ci prova, ma ora è tutto più complicato

Giocatore tecnico, con grandi doti nel palleggio e nel trovare la punta anche con lanci lunghi estremamente precisi. Per quasi tutta la stagione Mandragora è stato il metronomo del centrocampo granata, affiancato da Lukic che invece aveva il compito di recuperare palloni, correre, marcare e anche impostare. Juric sembrava aver trovato la quadra con Mandragora e Lukic a centrocampo, il giusto equilibrio tra attacco e difesa, ma ora che Mandragora è sempre più lontano bisognerà trovare una nuova soluzione.

Un giocatore molto simile al numero 38 è già a disposizione del tecnico croato. Si parla ovviamente di Samuele Ricci, arrivato nel mercato di gennaio si è inserito bene nel gruppo, modificando il suo modo di giocare. Da quando è arrivato ha lavorato duramente, scalando le gerarchie di Juric e aumentando il suo minutaggio, anche grazie agli infortuni di Mandragora. Quindi se il Toro non riuscisse a acquistare il numero 38 potrebbe facilmente sostituirlo con Ricci, ma non basterà.

Rolando Mandragora
Rolando Mandragora
TAG:
calciomercato home

ultimo aggiornamento: 19-06-2022


20 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
ardi06
ardi06
3 mesi fa

Come già detto.. È una roba senza senso, non ci voleva niente a farlo partire titolare quattro volte in più, quattro volte ad esempio è subentrato e poteva essere titolare, come altre volte che proprio non ha giocato anche se non stava male. Il campionato del Toro sarebbe stato lo… Leggi il resto »

odix77
odix77
3 mesi fa

cmq a me un centrocampo : lukic, mandragora,ricci,maggiore,segre o kone non dipsiacerebbe sulla carta…il problema sono i trequartisti…

ardi06
ardi06
3 mesi fa
Reply to  odix77

Se il centrocampo fosse così, per adesso mancano mandragora e maggiore, non dispiacerebbe nemmeno a me… C’è il se di mezzo

odix77
odix77
3 mesi fa
Reply to  ardi06

3 su 5 ci sono già.. vediamo come va a finire, dico solo che sarei soddisfatto fosse cosi…

Fabio75
Fabio75
3 mesi fa

Parliamoci chiaro… Mandragora va preso (Lukic Mandragora e Ricci). In più, una società come Dio comanda, aggiungerebbe Maggiore (con 5^ centrocampista Segre). Ma purtroppo quello che passa il convento è veramente triste…. che fine che abbiamo fatto!!

odix77
odix77
3 mesi fa
Reply to  Fabio75

Mandragora va preso : concordo
che fine che abbiamo fatto!! : è finito il mercato?ah no aspetta non è neanche cominciato!!!e si continua a scrivere sempre le stesse cose su ogni articolo.

Calciomercato Torino: Rauti piace alla Spal, contatti in corso

Calciomercato Torino: Bremer-Inter, in settimana si entra nel vivo. I nerazzurri cercano l’accordo