Mazzarri-Torino, rinnovo in vista: con Cairo rapporto solido

Mazzarri, rinnovo in vista: con Cairo il rapporto è solido

di Francesco Vittonetto - 7 Settembre 2019

Calciomercato Torino / Sul tavolo il rinnovo di Mazzarri: tra lui e Cairo stima e lavoro di squadra. La nuova stagione potrebbe iniziare col prolungamento

E’ inevitabile misurare la solidità di un progetto a partire dalla stabilità di chi lo guida, dall’armonia che tiene legate tutte le componenti. Cairo e Mazzarri, sotto questo punto di vista, sono cemento, stretti in un rapporto di sinergia accresciutosi di mese in mese. Le telefonate tra i due sono quasi quotidiane. Il tecnico, infatti, non è solo un uomo di campo: sente il bisogno di conoscere e condividere tanti altri aspetti della gestione societaria. E il presidente apprezza. Arriva da qui, quasi come conseguenza naturale, la volontà di proseguire assieme. Il contratto di WM scadrà nel giugno 2020, ma rinnovarlo potrebbe essere una questione puramente formale. Di dubbi infatti non ve ne sono, né da una parte, né dall’altra.

Cairo-Mazzarri, le parole del presidente del Torino

“Gli proporrò il rinnovo del contratto, a breve. Mi hanno convinto la persona e il professionista. Giusto proseguire insieme e lui mi sembra dell’idea”, affermava Cairo in un’intervista alla Gazzetta dello Sport datata 4 luglio. Il mancato accesso ai preliminari di Europa League non ha cambiato di una virgola queste parole, che restano incastonate nello scomparto ‘progetti futuri’ di via dell’Arcivescovado.

In quale avvenire? Uno vicino, senza dubbio. Non è da escludere che già in questa prima parte di stagione arrivi l’annuncio ufficiale della stretta di mano tra i due.

Dal paragone con Ventura alla nuova stagione

Si suggellerebbe anche dal punto di vista burocratico un’intesa che è figlia della crescita dell’ultima stagione – 63 punti, quelli che hanno riportato (seppur brevemente) il Toro in Europa, sono un record assoluto del club -, ma che nasce da lontano. Cairo ha da sempre avuto grande stima di Mazzarri: portarlo in granata dopo l’esonero di Mihajlovic non era stata una scelta frettolosa, dettata dalle circostanze.

Il duetto allora andrà avanti, per il rinnovo ci saranno novità a stretto giro di posta e inevitabile si staglia all’orizzonte il paragone con Giampiero Ventura, uno che al Torino ha istituito, con le sue cinque stagioni di permanenza, un prima e un dopo (attirandosi affetti e critiche). E’ bene allora ricordare le parole del patron: “Mazzarri, come Ventura, ha la capacità di valorizzare i calciatori ma ha più determinazione, più voglia di vincere. Il Napoli ha svoltato con lui, è il migliore”.

E, proprio riguardo alla sete di successi, questo sarà un anno importante. Si ripartirà dalle ceneri dell’Europa League, bruciata con la stessa rapidità con la quale era piombata nell’estate granata, ma anche con una rosa indubbiamente rafforzata. O quantomeno non indebolita. Mazzarri-Cairo, tocca (di nuovo) a voi.

più nuovi più vecchi
Notificami
ToroTo
Utente
ToroTo

Il migliore dopo Mondonico. Mi ero infatuato sportivamente di Miha, Mazzarri invece lo stimo e mi dà fiducia. Per ora gli imputo solo l’uscita dalla El, perché è chiaro che le scelte sono state sue, anche quelle di mercato. A sua discolpa c’è da dire che al ritorno la squadra… Leggi il resto »

Alberto Fava
Utente
Alberto Fava

Su Mazzarri mi sto ricredendo All’inizio ( e per un bel po’) lo consideravo troppo difensivista e fautore di un calcio “ vecchio” e piuttosto brutto da vedere, almeno secondo i miei gusti. Mi sono ricreduto , e devo onestamente ammettere che sbagliavo. Oggi sono ben contento di averlo in… Leggi il resto »

leonardo (Cairo,le scuse sono finite)
Utente
leonardo (Cairo,le scuse sono finite)

Quando sarà….suicidi di massa…🤣🤣🤣🤣🤣