Ospite della trasmissione “Calciomercato – L’originale” su Sky Sport, Sinisa Mihajlovic ha fatto il punto sul mercato del suo Torino

A meno di un mese dall’inizio del ritiro estivo del suo Torino, Sinisa Mihajlovic è tornato a parlare della squadra facendo il punto sul mercato ai microfoni della trasmissione “Calciomercato – L’originale” in onda su Sky Sport. “La prossima stagione deve essere molto stimolate, dobbiamo entrare nella fase due del nostro progetto: al primo anno abbiamo getto le basi, ora dobbiamo lavorare sui particolari – ha dichiarato Mihajlovic – l’obiettivo era quello di lottare per entrare in Europa in due anni e noi ora ci proveremo. Sicuramente non dipenderà solo da noi, Milan e Inter si stanno rinforzando tanto. Vedremo a fine mercato. L’obiettivo minimo è sicuramente quello di migliore il nono posto dell’ultimo campionato”. Il tecnico ha poi parlato di ciò che ha funzionato e ciò che non ha funzionato nell’ultima stagione: “Ci sono mancate le riserve. Boyé, Martinez Maxi Lopez hanno segnato pochissimo. Siamo una squadra che punta sempre a vincere, che ha una mentalità offensiva ma dobbiamo migliorare su tutto. Sicuramente abbiamo preso troppi gol e dobbiamo fare meglio in difesa ma anche in attacco possiamo fare di più. Ljajic? Ha fatto bene ma poteva fare meglio, così come tutti. Avevo detto che sarebbe andato in doppia cifra nei gol e negli assist e ci è mancato poco”.

Mihajlovic ha poi parlato del futuro di Belotti e dei possibili rinforzi in attacco: “Dobbiamo prendere un attaccante o magari anche due. Dipenderà da Belotti. Speriamo che il futuro del Gallo si decida il prima possibile perché dobbiamo sapere con chi partire, quando inizierà il ritiro tutte le situazione dovrebbero essere più chiare. Simeone? Non parlo di giocatori che non sono del Torino. Balotelli? L’ho preso al Milan e lo prenderei anche al Torino, perché no?”. Infine il tecnico ha parlato del suo rapporto con Cairo: “È sempre presente, si informa su tutto ma non si immischia mai sulle mie scelte. Al Toro mi trovo benissimo: sono in una società senza debiti che da anni realizza plusvalenze. Cairo negli anni ha capito come migliorarsi, è un presidente perfetto, dà piena fiducia all’allenatore. Anche nelle interviste mi ha difeso sempre, pure nei momenti di difficoltà, queste sono cose che un allenatore non dimentica”.


133 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
Max11
Max11(@max11)
4 anni fa

Belotti si Balotelli propio no e un cazzaro non dico che non è forte ma è un rompispogliatoio…il toro ha bisogno di clima giusto già siamo messi male in classifica ancora ci mettiamo i cazzari lasciamo perdere ci vogliono giocatori di carattere di equilibrio per la squadra ok

Vanni(CAIROVATTENE IN BELIZE)
Vanni(CAIROVATTENE IN BELIZE)(@vanni)
4 anni fa
Reply to  Max11

Quindi meglio Falcinelli.

Vanni(CAIROVATTENE IN BELIZE)
Vanni(CAIROVATTENE IN BELIZE)(@vanni)
4 anni fa

Senti Sinisa non ci pigliare per i fondelli anche tu, noi al massimo di Balotelli possiamo pigliare solo il fratello, Enok….

(Giovanni) Giontonygranata
(Giovanni) Giontonygranata(@giontony)
4 anni fa

trovo il tuo commento al mio libero pensiero del tutto fuori luogo. Al mare ci vado non ti preoccupare. Per fortuna non in tua compagnia.

bill2
bill2(@bill2)
4 anni fa

La risposta era per Farinel.

Calciomercato Torino: Lukic-Crotone, fissato l’incontro tra le due società

Calciomercato: Borja Valero vicino all’Inter, due difensori per il Bologna