Moretti: rinnovo col Torino o addio al calcio giocato

Moretti: dopo la Lazio il rinnovo o scarpette al chiodo

di Andrea Flora - 21 Maggio 2019

Moretti domenica contro la Lazio ci sarà: dopo gli ultimi 90 minuti di campionato per il romano classe ’81 si parlerà del rinnovo o terminare la carriera

Ancora 90 minuti prima che cali il sipario anche sul campionato 2018/2019 di Serie A. Annata storica visto il record di punti, ma con il retrogusto amarognolo per non aver centrato la qualificazione all’Europa. Per Emiliano Moretti quelli contro la Lazio potrebbero essere i 90 minuti finali di una lunghissima carriera da calciatore che l’ha visto indossare moltissime casacche e raggiungere traguardi importanti. Una carriera che potrebbe chiudersi contro la Lazio: la squadra che, avendo ottenuto la vittoria in Finale di Coppa Italia contro l’Atalanta, ha scavalcato il Toro per l’Europa League.

Moretti, possibile rinnovo in caso di Europa League

L’ultima parola, come ovvio che sia, ce l’avrà lui. Ma a pesare sulla decisione di smettere oppure di continuare ancora un altro anno potrebbe arrivare anche sulla base della possibile conquista – anche per vie legali – dell’Europa League, magari a discapito del Milan. Moretti potrebbe quindi essere più propenso ad accettare il rinnovo per un altro anno se il Toro la prossima stagione avesse un impegno anche il giovedì sera, al contrario potrebbe pensare di appendere gli scarpini al chiodo. Moretti che nel corso di questa stagione è stato punto di riferimento per Mazzarri per la difesa, soprattutto da quando Djidji è rimasto fuori per infortunio. Il 37enne romano ha sempre risposto presente non deludento il mister toscano.

Moretti, dopo l’addio al calcio un futuro da allenatore

Emiliano Moretti si trova ad un bivio, lo stesso bivio che aveva di fronte la scorsa stagione: e alla fine scelse il rinnovo. Quest’anno è diverso, la decisione da prendere è forse più difficile di una stagione fa e molti fattori – Europa su tutti – potrebbero incidere in maniera determinante. Quello che è certo, è che il pensiero di finire di giocare o rinviare lo stop per un’altra stagione non ha mai destabilizzato il 37enne di Roma, condizionandone anche le prestazioni. E proprio in virtù di questo pensiero non preponderante, Moretti si è portato avanti investendo su se stesso e pensando al suo futuro: un futuro che potrebbe essere da allenatore. Non a caso il difensore, così come Antonio Rosati, lo scorso marzo si è iscritto al corso per ottenere il patentino.

più nuovi più vecchi
Notificami
Benvenuti
Utente
Benvenuti

Un esempio a cui giovani possono solo imparare

Fabio (febius6)
Utente
Fabio (febius6)

Mi piacerebbe che rinnovasse ancora un anno…però in caso di conferma di tutta la difesa attualmente in rosa più i rientri di Lyanco, Bonifazi e Buongiorno considerando anche Singo e Ferigra si ritroverebbero in 10 per tre posti…..

steman
Utente
steman

Lyanco e Bonifazi, giustamente, non resteranno mai a fare panchina a Torino.. .. Quindi a gennaio ci ritroveremo ancora una volta con Moretti titolare..

fringomax
Utente
fringomax

Un altro anno a impartire lezioni ai giovani come compagno a me piacerebbe