Djidji, sulle spalle l'eredità di Moretti: riscatto vicino - Toro.it

Djidji, sulle spalle l’eredità di Moretti: riscatto vicino

di Francesco Vittonetto - 22 Maggio 2019

Calciomercato Torino / Per Djidji, il riscatto appare scontato: Mazzarri punta sulla sua affidabilità. Soprattutto in caso di addio di Moretti

Un futuro nel Torino lo avrà, Koffi Djidji. I segnali in tal senso sono chiari da diverse settimane: nonostante il brutto stop, con annessa operazione al ginocchio, per l’ivoriano sarebbe ormai pronto il riscatto. Con il Nantes – club proprietario del cartellino – l’accordo è quello stipulato al momento del prestito di quest’estate: 7 milioni totali di valutazione, con il versamento nelle casse francesi che partirà all’inizio di luglio. La strada tracciata è questa e, al momento, non sembrano alle viste ripensamenti da parte del club di Cairo. Sebbene il difensore, fermo da un mese e mezzo e operatosi a Roma sul finire di aprile, non abbia terminato sul campo la sua stagione di “prova” in granata.

Djidji, riscatto vicino. E in caso di addio di Moretti…

In prospettiva, il colpo avrebbe un valore doppio. Innanzitutto permetterebbe a Mazzarri di confermare una delle pedine più affidabili del pacchetto arretrato granata, il quinto per numero di gol incassati in Serie A dopo quelli di Juventus, Inter, Napoli e Milan. Certo, pesa il finale di stagione passato a combattere con il dolore al menisco (inizialmente il Torino aveva optato per una terapia conservativa), ma nel complesso il bilancio mantiene il segno ‘+’.

E poi garantirebbe un sostituto subito pronto per il possibile addio di Moretti a fine stagione. Il vice-capitano granata potrebbe dire addio al calcio (e al Toro) dopo la sfida contro la Lazio, sebbene non sia ancora stata presa una decisione ufficiale in tal senso. Avere in rosa Djidji, con una stagione di lavoro agli ordini di WM sulle spalle, permetterebbe di assorbire meglio il (possibile) contraccolpo.

Mazzarri convinto dall’ex Nantes: ora il recupero dall’infortunio

Siamo qui nel campo delle ipotesi, per ora. Al di là della decisione di Moretti, per Djidji il futuro dovrebbe tingersi ancora di granata. Il suo recupero sta procedendo, l’affetto verso il Toro non è mai scemato – basti leggere il messaggio da leader che ha lanciato sui social dopo la sconfitta di Empoli -, tanti segnali che, uniti a quelli provenienti dalla società, lasciano presagire il prolungamento del matrimonio.

E di conseguenza la sua presenza sul pullman che, dal Filadelfia, porterà il Toro in quel di Bormio, nel luglio prossimo.

più nuovi più vecchi
Notificami
Giankjc (più Toro e meno guinzagli&collari)
Utente
Giankjc (più Toro e meno guinzagli&collari)

Palesemente da cairese.

ale_maroon79
Utente
ale_maroon79

Ha fatto una buona stagione, non è un fenomeno ma un valido mestierante. Lyanco è potenzialmente molto più forte in prospettiva (ancora tutto da dimostrare). Bremer invece non saprei paragonarlo, ha giocato troppo poco.
Inoltre Djidji ha una buona velocità di base, all’occorrenza può fare anche il terzino.

rotor
Utente
rotor

Grave errore sarebbr il riscatto di questo giocatore,a parte che ha fatto cose buone, bisogna considerare che ogni partita fa 2 gravi errori che favoriscono la possibilita’ di subire goal,ed essendo non un giovane, io non li spenderei quei soldi.