Calciomercato Torino / In Salernitana-Venezia è entrato dalla panchina e ha risolto la partita, Verdi in Campania è un altro giocatore

La prossima volta che incontrerà Davide Nicola, Urbano Cairo almeno un (altro) grazie dovrà dirglielo. Il primo glielo avrà detto nel 2006, dopo il colpo di testa sotto la Maratona che portò il Torino sul 3-0 contro il Mantova nella finale playoff (finita poi 3-1) e valse ai granata la promozione in serie A. Il secondo grande grazie risale a circa un anno fa, dopo che Nicola è riuscito nell’impresa di salvare dalla retrocessione una squadra che, dopo la disastrosa gestione Giampaolo nel girone di andata, sembrava destinata alla retrocessione. Il terzo grazie sarà invece per aver a Salerno rigenerato completamente un giocatore come Simone Verdi, che in questi anni al Torino ha faticato a esprimersi con continuità a buoni livelli e ha visto il valore del suo cartellino scendere sempre di più.

Verdi rinato con Nicola

Se in estate il Torino riuscirà a ricavare un tesoretto dalla cessione di Verdi (sembra difficile che possa rientrare nel progetto tecnico di Juric) sarà anche grazie al lavoro svolto in questi mesi da Nicola. Va però anche ricordato che il miglior Verdi al Torino lo si era visto nella seconda parte della scorsa stagione, proprio sotto la gestione Nicola: il tecnico di Vigone aveva anche trovato un ruolo all’ex fantasista schierandolo spesso come mezzala nel 3-5-2 e le prestazioni di Verdi sono spesso state positive. Ma è in questi mesi a Salerno che il calciatore sta tornando a esprimere tutto il suo potenziale, quello che gli aveva permesso di emergere a Bologna e di essere acquistato dal Napoli prima e dal Torino poi per circa 25 milioni.

Calciomercato Torino: Verdi, ora è più semplice cederlo

Anche nel recupero contro il Venezia, che la Salernitana ha giocato ieri, Verdi è stato decisivo: inizialmente in panchina è entrato in campo nella ripresa al posto di Bonazzoli (altro ex granata e autore del primo gol dei campani su rigore) e pochi minuti dopo ha siglato la rete del definitivo 2-1 al termine di una bella azione. Un gol importantissimo perché, a 270 minuti dalla fine del campionato, ha permesso alla Salernitana di uscire dalla zona retrocessione. Con quello di ieri sono quattro i gol messi a segno da Verdi a Salerno, tutti decisivi. Ora sarà più semplice trovare una squadra interessata ad acquistare a titolo definitivo il fantasista e non è da escludere che un’offerta possa arrivare anche dalla stessa Salernitana in caso di salvezza.

Simone Verdi
Simone Verdi
TAG:
calciomercato home

ultimo aggiornamento: 06-05-2022


17 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
Marcorti
Marcorti
4 mesi fa

Nicola sarà sempre in tutti i cuori granata, umanamente una delle persone migliori di tutto il calcio italiano. E un vero super-eroe di salvezze impossibili. Come si fa a non volergli bene?

eugenio morosini
eugenio morosini
4 mesi fa
Reply to  Marcorti

Assolutamente d’accordo ! Inoltre nell’ambiente, allo stesso modo di Moreno Longo, Davide Nicola è noto quale dichiarato autentico “Cuore Toro”. Ad entrambi sia la Società TORINO f.c. sia tutti i tifosi del Vecchio Cuore Granata devono assoluta gratitudine e riconoscenza per aver conseguito nelle ultime due stagioni passate altrettante salvezze… Leggi il resto »

eugenio morosini
eugenio morosini
4 mesi fa

A questo punto è auspicabile che la Salernitana intenda acquistare il cartellino del quasi trentenne Verdi. Alla cifra di sei milioni la Società granata avrebbe l’opportunità di liberarsi di un pesante ingaggio di un ragazzo che ha avvertito come un autentico macigno la quotazione assolutamente sovradimensionata assegnatagli dal Napoli nell’estate… Leggi il resto »

rotor
rotor
4 mesi fa

L’abbiamo pagato 23 milioni all’Aurelio, al massimo lo venderemo a 3 milioni.Speriamo di non fare altra beneficenza pagando 12 milioni Meret,semirotto e non affidabile,solo perche’ e’ un ex Spal.

Il presidente del Besiktas: “Per Yilmaz servono 10 milioni”

Cairo rischia, Belotti aspetta: il rinnovo è una partita a scacchi