Nicolas Nkoulou ha trovato una nuova squadra: dopo l’addio al Torino il difensore è pronto a trasferirsi al Watford

Nicolas Nkoulou ha finalmente trovato una nuova squadra: il difensore è infatti pronto a firmare con il Watford che ha da poco assunto come nuovo allenatore Claudio Ranieri. Il difensore camerunese, dopo l’addio al Torino al termine della scorsa stagione, era rimasto per tutta la squadra senza squadra, nonostante alcuni contatti con Genoa, Spezia e altre squadre straniere. Ora l’ex numero 33 granata ha trovato un’intesa con il Watford e riparte dalla Premier League: per il centrale è la prima esperienza in Inghilterra. Al momento resta ancora svincolato Iago Falque, che aveva risolto il proprio contratto con il Torino subito dopo la chiusura della sessione estiva di calciomercato.

Nicolas NKoulou
Nicolas NKoulou
TAG:
home

ultimo aggiornamento: 07-10-2021


5 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
Troposfera Granata
Troposfera Granata
13 giorni fa

Ha fatto inserire nel contratto che non giocherà le due partite contro il Wolverhampton. Lui i Wolves non li vuole proprio incontrare.

maximedv
maximedv
13 giorni fa

Alla fine ha ottenuto quello che voleva. Il miglior difensore degli ultimi anni al Toro. In bocca al lupo e grazie di tutto

GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
13 giorni fa
Reply to  maximedv

eh si, grazie di tutto soprattutto dell’ammutinamento nella partita piu importante della stagione Nel momento peggiore, l’inizio In modo da minare l’intera stagione e gran parte dello spogliatorio Facendo del male soprattutto a vcompagni che l’anno prima avevano lottato con le unghie per giocarsi l’Europa, e i tifosi si si,… Leggi il resto »

Mondo
Mondo
12 giorni fa

Ogni tanto ricordati anche di chi non mantiene le promesse

GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
13 giorni fa

Bye scansalotta. Vergognoso per sempre

Da Verdi a Rincon: Vagnati, a gennaio stress test sugli esuberi

Belotti, le motivazioni e il ruolo di Juric: il Toro non può permettersi un caso