Calciomercato Torino / Verdi e Baselli nel mirino della Sampdoria: la sfida contro il Toro per parlare anche di mercato

Mercato che entra nel vivo per i club di Serie A e che rende le sfide sul rettangolo verde, possibili piste dove agire per portare a termine le trattative avviate. Lo sa bene Davide Vagnati, ds granata che ha un po’ di carne sul fuoco soprattutto sul fronte uscite. Tra i giocatori in uscita ci sono anche Daniele Baselli e Simone Verdi, amici fuori dal campo e segnati dallo stesso destino. Entrambi considerati esuberi da Juric e che piacciono alla Sampdoria. Il match in programma per sabato alle 15.00 potrebbe perciò essere l’occasione perfetta per portare avanti i discorsi in parallelo.

Calciomercato Torino: per Baselli molti sondaggi

Dopo Rincon, ecco che il turno di un altro centrocampista di lasciare la Mole sembrerebbe essere arrivato. La settima stagione in granata potrebbe essere l’ultima per Daniele Baselli. L’ex Atalanta sta infatti trovando sempre meno spazio sotto la guida di Juric, che gli preferisce altri compagni di reparto. Con Luckic e Pobega difficilmente sostituibili e Mandragora ufficialmente recuperato dopo l’infortunio, si restingono le possibilità di emergere ma soprattutto di trovare continuità. Il tecnico croato, che ha provato ad usarlo anche sulla trequarti, non è rimasto del tutto soddisfatto e non lo ritiene quindi indispenzabile. La Sampdoria è però solo una delle pretendenti per Baselli, corteggiato anche dal Bologna di Mihajlovic, il Cagliari di Mazzarri e il Genoa. Resta perciò ampia la scelta per lui.

Calciomercato Torino: Verdi nel mirino della Sampdoria

Diversa è invece la situazione di Simone Verdi, particolarmente sfortunato nella prima parte di stagione. Solo tre presenze per lui con Juric, intervallate da un infortunio al bicipite femorale, seguito da diverse ricadute. Colpito infine dal Covid secondo le indiscrezioni divulgate dalla compagna, è tornato finalmente in panchina contro la Fiorentina. L’assenza di continuità ha messo in difficoltà il tecnico ex Verona, incapace di valutarlo in modo approfondito. Lo stesso è accaduto sul fronte mercato, limitato da quel poco mostrato a causa della forma fisica particolarmente precaria di quest’anno. La Sampdoria ha già chiesto informazioni e la partita di campionato sarà l’occasione per proseguire la trattativa.

Verdi
Simone Verdi
TAG:
calciomercato home

ultimo aggiornamento: 13-01-2022


40 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
ardi06
ardi06(@ardi06)
12 giorni fa

Mah, sarebbe un miracolo dar via questi giocatori, speriamo

odix77
odix77(@odix77)
12 giorni fa

mi stupisco di come ci siano società che possono puntare su giocatori che da noi sono sostanzialmente finiti o mai decollati (verdi)… capisco che si possa pensare che un cambio dia motivazioni ci mancherebbe , ma se noi ci lamentiamo ogni tanto che arrivino esuberi di altre squadre mi chiedo… Leggi il resto »

ale_maroon79
ale_maroon79(@ale_maroon79)
12 giorni fa

Prima di entusiasmarmi per la possibile vendita degli esuberi sarei curioso di sapere le condizioni economiche dell’acquisto.
La Samp credo che economicamente non sia messa bene, quindi proporrà cambiali oppure qualche scambio di loro esuberi.

Charlie66
Charlie66(@charlie66)
12 giorni fa
Reply to  ale_maroon79

in questo non mi farei di questi problemi la cosa importante è: via le facce sminki*te dallo spogliatoio. visto cosa fa vojvoda nel momento che sanabria stoppa la palla nell’azione del gol? ecco così li vogliamo!

ale_maroon79
ale_maroon79(@ale_maroon79)
12 giorni fa
Reply to  Charlie66

Ho visto il filmato…meraviglioso!
Su Verdi e Baselli, ok ma in teoria qualche soldino servirebbe subito almeno per tappare qualche buco.

toro e basta
toro e basta(@toro-e-basta)
12 giorni fa
Reply to  ale_maroon79

Qualche soldino? Mmmm
Magari

toro e basta
toro e basta(@toro-e-basta)
12 giorni fa
Reply to  ale_maroon79

Acquisti da parte della Samp non credo, saranno prestiti con diritto di riscatto

Calciomercato Torino: è fatta per Fares

Toro, offerta per il baby Lazetic: la Stella Rossa però rifiuta