Sirigu, per il Toro è un pilastro: Vagnati può convincerlo a restare - Toro.it

Sirigu, per il Toro è un pilastro: Vagnati può convincerlo a restare

di Francesco Vittonetto - 10 Maggio 2020

Calciomercato Torino / Sirigu ha un contratto in scadenza nel 2022: può restare, ma i granata devono garantirgli un progetto importante. E Vagnati…

Ultracentenario per presenze nel Torino, supereroe in tante occasioni, salvatore in molte altre. Non è una notizia, ma Sirigu è una colonna portante di questo Toro, quello che venerdì è tornato alla spicciolata ad allenarsi al Filadelfia dopo due mesi di stop forzato. Il portierone di Nuoro è forse stato il vero colpo di mercato degli ultimi anni: preso praticamente a zero dopo stagioni difficili ma con motivazioni a mille, ha divorato l’erba tornando anche stabilmente in Nazionale.

Vagnati, quello del portiere è uno dei temi da affrontare

Ora ha 33 anni, che per il suo ruolo sono più una garanzia che un limite. Un interrogativo sul futuro, giustamente, se l’è posto. Che fare? Il contratto con il Toro scadrà nel 2022. E i granata, ma forse è superfluo specificarlo, farebbero di tutto per trattenerlo.

Per contro, gli interessamenti nei suoi confronti non mancano. Di offerte concrete ancora non ne sono arrivate, ma qualcuna potrebbe ricerverla nei prossimi mesi il ds in pectore Davide Vagnati, che a giorni sbarcherà in Piemonte.

Proprio dall’ex Spal passerà parte della soluzione. Affinché calciatori del calibro di Sirigu scelgano di restare, il club di Cairo dovrebbe offrire solide prospettive, quelle proprie di un progetto ambizioso che a giorni cambierà gli interpreti dirigenziali e con essi i piani per la prossima stagione. Di questi, il 39 fa parte eccome. Ma con lui andranno trovati compromessi: il futuro si scriverà in due.

Davide Vagnati Spal
Davide Vagnati Spal
0 0 vote
Article Rating

1 Comment
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
jerry
jerry
1 mese fa

Per Cairo è l’ultima spiaggia e lui lo sa, al via la rivoluzione e se porterà risultati va bene ma la cosa che non sopporto è che da parte sua mai un mea culpa , non se ne può più del toro chiamato toretto, o si fanno le cose degne… Leggi il resto »