Torino, Candellone e Segre convocati per il ritiro di Bormio

Torino, Candellone e Segre convocati per Bormio: a fine ritiro si decide il loro futuro

di Andrea Piva - 3 Luglio 2019

Candellone e Segre saranno due dei giocatori che Mazzarri avrà a disposizione in ritiro: entrambi cercheranno di conquistare il tecnico granata

Due anni fa fu Simone Edera a sfruttare al meglio il ritiro di Bormio per conquistare la fiducia di Sinisa Mihajlovic, che lo volle tenere al Torino bloccando la sua cessione in prestito al Parma. L’anno scorso, invece, un Vittorio Parigini dato per quasi sicuro partente anche dall’ex direttore sportivo Gianluca Petrachi, conquistò la fiducia di Walter Mazzarri. Ora, tra gli ex Primavera che sperano di guadagnarsi la permanenza al Torino al termine del ritiro di Bormio ci sono Jacopo Segre e Leonardo Candellone: il primo è reduce dal prestito al Venezia, il secondo da quello al Pordenone (con cui ha conquistato una storica promozione in serie B per il club neroverdi).

Calciomercato Torino: offerte dalla B per i due ex Primavera

Sia Segre che Candellone sono stati convocati da Mazzarri per la preparazione in montagna del Torino: al termine del ritiro verrà deciso il loro futuro. Le offerte non mancano, specialmente dal campionato cadetto: il centrocampista piace all’Ascoli, l’attaccante è invece nel mirino del Pordenone che, dopo aver conquistato il pass per la B grazie ai suoi gol ora spera di ottenere anche la salvezza con le reti dell’ex bomber della Primavera granata.

L’agente di Candellone: “Dopo Bormio faremo le nostre valutazioni”

“Leonardo partirà per il ritiro e lavorerà sodo, senza pensare troppo al suo immediato futuro. Non deve allenarsi da giocatore con le valigie in mano. Sicuramente noi sappiamo bene cosa fare, la nostra priorità è di continuare il percorso di crescita assieme al Pordenone. In base a quello che ci dirà il Torino dopo il periodo di Bormio faremo le nostre valutazioni” ha dichiarato Mirko Pagliochini, l’agente di Candellone, al Messaggero Veneto. Chissà se, ancora una volta, Bormio potrà cambiare il futuro di almeno uno degli ex Primavera granata.