Boyé convince l’AEK Atene: il Toro “vede” i 7,5 milioni del riscatto

68
Boyé
CAMPO, 10.7.17, Torino, Stadio Filadelfia, Raduno e primo allenamento del Torino FC, nella foto: Lucas Boye

Lucas Boyé sta trovando continuità all’AEK Atene. Il riscatto, fissato a 7.5 milioni, diventa una possibilità concreta per il club greco e un tesoretto per i granata

Tra i giocatori del Torino in giro per il mondo c’è anche Lucas Boyé, attaccante argentino classe ’96, che a luglio si è trasferito all‘AEK Atene, in prestito per la cifra di 1.5 milioni, con il riscatto fissato a 7.5. Non avendo trovato molta fortuna al club granata, per il giovane è stata scelta la via della cessione temporanea, in modo da assicurargli quella continuità necessaria a non perdere il ritmo, ma al contempo utile al miglioramento. Dopo un infortunio  che lo ha tenuto fuori per un periodo, ha trovato l’esordio ad ottobre, riuscendo poi a costruirsi uno spazio. Dalla guarigione in poi, infatti, Boyé ha collezionato sempre più presenze, partendo più volte tra gli 11 titolari. Ora come ora, il suo contributo all’AEK Atene si sta rivelando importante, tanto da far pensare ad un possibile riscatto da parte dei greci, sempre più convinti del talento dell’argentino.

Boyé, il riscatto come soluzione per entrambe le parti

Il ritorno di Boyé al Torino si è già rivelato in passato una soluzione temporanea. Il giovane argentino sembra infatti non avere spazio sotto la Mole e perciò la possibilità di un futuro in granata è difficilmente realizzabile, soprattutto se alla guida della squadra c’è Mazzarri. Il tecnico infatti, oltre a non averlo confermato a luglio, sembra essere propenso ad una rosa limitata, senza giocatori in esubero.

Il riscatto dell’attaccante da parte dell’AEK Atene sembra essere una soluzione plausibile, che renderebbe contente entrambe le parti: Boyé potrebbe infatti confermarsi in un club che gli sta dando continuità, mentre il Torino guadagnerebbe 7.5 milioni, da poter investire poi nel mercato estivo.

Lucas Boyé: all’AEK una stagione in crescendo

Dopo 6 mesi al Celta Vigo nella stagione 2017/2018, dove aveva collezionato 13 presenze, Lucas Boyé è tornato a Torino per la preparazione estiva assieme ai compagni. Mazzarri però ha deciso di non confermarlo tra i giocatori scelti per la stagione 2018-2019, facendolo andare nuovamente in prestito, ma questa volta all’AEK Atene.

L’attaccante classe ’96 non è stato tra i più fortunati ad inizio stagione, con un infortunio muscolare addominale, che lo ha costretto a saltare le prime 5 giornate di campionato, nonchè le qualificazioni per la Champions League e due match della fase a gironi. L’argentino ha ottenuto l’esordio il 7 ottobre, contro l”Olympiacos, partita terminata con un pareggio. Da quel momento ha presenziato nella maggior parte delle sfide, totalizzando 23 presenze. Boyé ha realizzato il primo ed unico gol con la maglia dell’AEK il 28 ottobre, contro l’Aris Salonicco, match nel quale si è reso autore anche di un assist. Con il passare del tempo è diventato una conferma ed il riscatto si è trasformato in un’opzione plausibile.

Please Login to comment
22 Comment threads
46 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
21 Comment authors
RiminiGranataGiankjc (una testa di ghisa si fida solo di soldatini dai piedi di ferro)Robingiagnoniodix77 Recent comment authors
  Iscriviti  
più nuovi più vecchi
Notificami
RiminiGranata
Utente
RiminiGranata

n

andrepinga
Utente
andrepinga

Nel calcio comunque conta il risultato. Se giochi bene e poi perde non festeggi di certo.

giagnoni
Utente
giagnoni

Esatto.

roplo
Utente
roplo

una delle partite più belle degli ultimi 5 anni …guardate Ajax Madrid….avranno pure perso però almeno l orgoglio di aver preso a pallate il Real….surclassato sul campo in tutti i punti di vista….gli manca solo un goleador li davanti …per il resto chapeau …un calcio pazzesco mi sono divertito tantissimo… Leggi il resto »

odix77
Utente
odix77

concordo : gioco del calcio lezione di base…. mazzarri speriamo l’abbia vista…. sorvolando sul talento, tanto che hanno gioco offensivo forte bello entusiasmante… come noi insomma con belotti che fa il mediano