Calciomercato Torino / In entrata si tratta Bonaventura, Segre tornerà dal Chievo. E Meité può partire. In mediana aria di rivoluzione

Chi tornerà, chi potrebbe anche partire, chi si sta avvicinando. Il Torino, quando l’emergenza coronavirus lascerà il tempo per concentrarsi sul calciomercato, si prepara ad una mini-rivoluzione a centrocampo in vista della prossima stagione. Il reparto è forse quello che ha meno convinto in quest’annata fin qui travagliata. Al momento consta di quattro calciatori – Baselli, Rincon, Lukic e Meité -, tutti a vario titolo coinvolti nella parabola discendente della squadra che fu di Mazzarri e ora è (e sarà, con ogni probabilità) di Moreno Longo. E così tra ritorni certi – Segre – e trattative avviate – Bonaventura -, Cairo e Bava lavorano per cambiare.

Meité ha mercato. Anche Bonaventura oltre a Segre?

Qualcuno potrebbe anche salutare. E’ il caso di Soualiho Meité, che a gennaio ha già avvicinato l’addio al Toro. La Fiorentina fece un tentativo concreto, ma poi la trattativa sfumò. Non è da escludere che, nel preparare (quando arriverà il momento) l’annata 2020/2021, quello del francese possa diventare uno dei profili sacrificabili.

Poi saranno da inserire i rinforzi. Uno sicuramente sarà Jacopo Segre, protagonista al Chievo e pronto a rientrare alla base per misurarsi con la Serie A. Un altro potrebbe essere Jack Bonaventura. Bava ha proposto al calciatore in scadenza col Milan – tramite l’agente, Mino Raiola – un triennale da un milione e mezzo a stagione. Cifra che per il club è di molto vicina al tetto massimo. Il tentativo, insomma, è concreto: anche con il trentenne scuola Atalanta, il Torino studia di cambiare il suo centrocampo.

TAG:
home

ultimo aggiornamento: 12-04-2020


1 Comment
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
sparpacello
sparpacello
1 anno fa

Segre non lo conosco,speriamo sia una lieta sorpresa.Sicuramente Meitè è da mandare via,considerata la sua atavica indolenza

Torino, c’è l’offerta per Bonaventura: proposto un ingaggio da top player

Duttilità Bonaventura: ecco dove potrebbe giocare nel Torino