Tra un mese ci sarà l’esordio di Vanoli sulla panchina del Toro: il punto sulle trattative, in attesa dei primi acquisti

Un mese all’inizio della stagione, è iniziato il countdown. L’11 agosto il Torino farà il proprio esordio contro il Cosenza, nella gara valida per i trentaduesimi di Coppa Italia. A 30 giorni dalla prima partita stagionale il mercato in entrata è ancora fermo, e Vanoli lavora con una squadra sperimentale in tutto e per tutto. È bene, dunque, fare un punto sulle trattative in entrata e in uscita.

Per la porta c’è concorrenza per Vasquez

Partendo dalla porta, l’idea della società è quella di fare una mini rivoluzione. Milinkovic-Savic è stato confermato da Vagnati in un’intervista, mentre Popa potrebbe partire in prestito. Per questo motivo oltre all’ormai ex Gemello potrebbe servire sostituire il romeno. Il dt ha messo gli occhi su Devis Vasquez, colombiano del Milan, che però è anche finito sul mirino dello Spezia. In Liguria il portiere sarebbe titolare, e anche per questo ora i bianconeri sono in vantaggio sul Toro.

Difesa, subito il sostituto di Buongiorno

La difesa è per forza di cose il reparto che necessita di più cambiamenti. Djidji, Rodriguez, Lovato e a breve Buongiorno rappresentano il passato, e serviranno almeno tre acquisti per sostituirli numericamente. La priorità è il sostituto di Bongio, un centrale fisico, veloce, tecnico e di piede mancino. Oltre a questo profilo potrebbe arrivarne un altro in grado di giocare sulla destra, mentre per il resto tutto dipende dalle valutazioni di Vanoli su Dellavalle e Sazonov. Sulla fascia sinistra serve un titolare, e il primo nome in lista è quello di Welington. Il brasiliano sembra essere vicino al Southampton – con cui ha già sostenuto le visite mediche -, ma il Toro non lo molla.

In mezzo al campo serve un colpo

Il centrocampo è forse la zona che più ha deluso nella scorsa stagione. Ricci non ha dato il meglio di sé, mentre Ilic non è quasi mai emerso. Ora il serbo potrebbe partire in direzione Russia, e bisognerà dunque trovare un cambio in grado di far fare il salto di qualità. L’obiettivo numero 1 era Tessmann, adesso vicino all’Inter; lo statunitense non è ancora sfumato, ma è difficile superare la concorrenza dei nerazzurri nonostante il fattore Vanoli.

Capitolo attacco: dipende da Sanabria

In attacco tutto dipende da Sanabria e Pellegri. I due non sembrano essere sul mercato, ma in caso di buone offerte potrebbero partire senza problemi. Vagnati ha già individuato due nomi che permetterebbero un plus importante: Franculino e Francesco Pio Esposito. Per il primo il Midtjylland chiede una cifra intorno ai 15 milioni, mentre il secondo potrebbe decidere di farsi un altro anno in Serie B per maturare maggiormente.

Davide Vagnati
Davide Vagnati
TAG:
home

ultimo aggiornamento: 11-07-2024


28 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
torogranata65
torogranata65
9 giorni fa

Minc..hia per confermare il nostro decimo posto quest’anno ci tocca rifare quasi una squadra intera !!! 😳
😂😂😂😂😂😂😂
Cairo buffone sparisci dal Toro

Last edited 9 giorni fa by torogranata65
Maratona 76 (urge derattizzare il TORO)

E famose na risata va’ 🤣🤣🤣😝😝😝

mavafancairo
9 giorni fa

Cairati, fate schifo al k@zzo !

Caccia al sostituto di Buongiorno: ecco il giocatore che cerca Vagnati

Calciomercato Serie A / Pongracic al Rennes. Kim-Inter, no del Bayern