Lo scambio Izzo-Walukiewicz continua a restare in piedi: il difensore sardo ieri non ha brillato in campionato

Distratto, semplicemente non in giornata: non ha fatto impazzire i tifosi del Cagliari, per usare un eufemismo, la prestazione di Sebastian Walukiewicz. Il difensore rossoblù si è divorato un gol a porta vuota e ha sulla coscienza anche la seconda rete dello Spezia. Insomma, se a Torino le prestazioni di Izzo non hanno pienamente convinto l’allenatore – che sia in Coppa Italia che in campionato lo ha relegato in panchina, salvo farlo entrare a gara in corso – anche in Sardegna il classe 2000 è in discussione. Eppure i due sono al centro di uno scambio che si potrebbe concretizzare nelle prossime ore, quando sono previsti nuovi contatti tra le due società.

Izzo-Walukiewicz, destini incrociati

Il fatto che Juric non abbia mai schierato titolare Izzo, preferendogli Djidji, è un segnale della volontà della società di piazzare il giocatore altrove. Mossa che quindi ha avuto come conseguenza, per l’allenatore croato, quella di trovare altre strade senza costruire la difesa sull’ex Genoa, come ci si sarebbe aspettato a inizio stagione. A Cagliari invece Walukiewicz, errori o no, resta ad oggi un titolare, un giocatore che però per i sardi potrebbe diventare la pedina per arrivare a Izzo.

Armando Izzo
Armando Izzo
TAG:
calciomercato home

ultimo aggiornamento: 24-08-2021


6 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
ardi06
ardi06
1 mese fa

Il chiaro obbiettivo è il peggioramento della rosa

thethaiman
thethaiman
1 mese fa

Izzo son 2 anni che è distratto, siamo seri, è scarso pure lui. Cairo ha già accettato i 15 sacchi per Belotti, sento che manca il si del gallo. Se l’Inter non arriva a Correa il gallo si fionda a Milano in 4 e 4 8. E bene farebbe a… Leggi il resto »

aletoro75
aletoro75
1 mese fa

E io che pensavo fosse un fenomeno. Eppure avevamo Bonifazi, ah no serviva per la plusvalenza.

Calciomercato Serie A, la Samp tentata da Ljajic, Lammers verso Cagliari

Il piano B dell’Inter: il Gallo se non arriva Correa