Calciomercato Torino: Younes in stand-by. Servono le cessioni

Younes e le entrate in stand-by: Toro, tutto dipende dalle cessioni

di Francesco Vittonetto - 20 Gennaio 2020

Calciomercato Torino / Tutto fermo, Cairo e Bava aspettano gli addii: Bonifazi e Falque riflettono sulla Spal. E così serve attendere per gli acquisti

Dodici giorni, poi il gong. Il calciomercato del Torino ma non solo è già nel suo segmento conclusivo. Senza che – e questa volta gli occhi sono rivolti solo in casa granata – particolari botti lo abbiano acceso. Stilando la consueta agenda del lunedì, insomma, Cairo e Bava si trovano di fronte una situazione che non è mutata più di tanto rispetto a Capodanno. Per nulla, anzi, se si eccettuano le necessarie cessioni del comparto Primavera. Eppure movimento ce n’è stato e continua ad essercene. Non è un mistero: il Toro cerca un attaccante (Younes del Napoli è il primo nome), e con l’occasione giusta potrebbe decidere anche di investire su un centrocampista (Fofana, ad esempio).

Calciomercato, il Torino aspetta Bonifazi e Falque

Il problema? Gli addii. Al momento è tutto bloccato. Perché Bonifazi sta ancora riflettendo sul terzo ritorno alla Spal – tra piemontesi e ferraresi c’è l’accordo – e così pure Iago Falque. Lo spagnolo non è attratto (ad oggi) dalla proposta del ds Vagnati. E servirebbero offerte più convincenti – qualche sondaggio è arrivato anche da Dubai – per convincerlo a desistere dal suo proposito principale: rilanciarsi con Mazzarri.

Poi c’è la questione Zaza. Cedibile ma non troppo. Tradotto: solo a fronte di un congruo corrispettivo economico il Torino potrebbe privarsene già a gennaio.

Younes e gli altri: acquisti solo con le cessioni

Sia chiaro, l’affondo su Younes non arriverà prima di (almeno) un addio di spessore in quella zona di campo. E così si attende. Studiando nel frattempo una strategia per Millico, che dopo l’ottima prova di Reggio Emilia non è più così certo dell’addio.

Incastri imballati e clessidre oltre la metà. Il mercato del Toro è ancora in attesa della svolta. In settimana arriveranno novità su Bonifazi: sì alla Spal oppure sarà tutto da rifare. Idem per Falque.

Ma serve accelerare. Il rischio è quello già corso in estate: arrivare con l’acqua alla gola. E stavolta potrebbe pure finire peggio, ovvero con un nulla di fatto. Almeno per quanto riguarda le entrate.

più nuovi più vecchi
Notificami
DHEA
Utente
DHEA

Certo che de aspettiamo in rilancio da Ferrara…..
Più di tanto non possono quindi anche i giocatori o sono convinti oppure ringraziano e salutano

Casao92
Utente
Casao92

Buongiorno.di esterni abbiamo :Millico,berenguer,Iago,parigini ed edera.forse serve un centrocampista ?

VeneziaGranata
Utente
VeneziaGranata

Sono d’accordo con il titolista: “Toro: tutto dipende dalle cessioni”

esatto: dalla cessione della proprietà