I no di De Laurentiis a Cairo nel 2017 furono addirittura tre: poi Zapata andò alla Sampdoria

Il Torino che si è assicurato nell’ultima sessione di mercato Duvan Zapata aveva già provato, come noto, ad accaparrarsi l’attaccante nel 2017. E ieri, nel corso della presentazione alla stampa dell’attaccante granata, proprio il colombiano rispondendo a una domanda su quella vecchia trattativa ha dato dei dettagli in più che all’epoca non erano emersi. Il Toro lo voleva e aveva fortemente provato a portarlo sotto la Mole, nella stagione in cui Duvan – di ritorno dal prestito all’Udinese – era rientrato al Napoli, salvo poi essere ceduto alla Samp a fine sessione.

Le parole di Zapata

Secondo quanto raccontato da Zapata, il pressing del Toro era stato di un certo livello considerate le tre offerte presentate al presidente De Laurentiis. Che, a quanto pare, non cedette, anche se poi l’attaccante cambio casacca comunque. “Sì, quando io sono tornato al Napoli dopo il prestito all’Udinese il Torino aveva fatto tre offerte per me ma il presidente non aveva voluto cedermi. Poi sono stato ceduto l’ultimo giorno di mercato alla Sampdoria”. Era il Toro di Mihajlovic (sostituito a gennaio da Mazzarri): in quella sessione estiva portò tra gli altri Sadiq e Niang: due operazioni da dimenticare.

Duvan Zapata
Duvan Zapata
TAG:
calciomercato home

ultimo aggiornamento: 14-09-2023


5 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
eddy1989
eddy1989
20 giorni fa

Quanto vorrei un duello Zapata-Vaganti, lui e sta faccia da caz.zo! Daje Duvan!!!

Troposfera Granata
Troposfera Granata
20 giorni fa

Della serie fratelli-coltelli, DeLa e Cairo, con i casi Maksimerdovic e Verdi a condimento del tutto.

Giontonygranata
Giontonygranata
20 giorni fa

Niang al posto di Zapata. Non c’era il super mago Petrachi a fari spenti?

GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
20 giorni fa

Niang puramente ed espressamente richiesto da Mihajlovic.
E’ tra le poche cose certe che sappiamo
Petrachi aveva semplicemente accontentato l’allenatore di turno

A Juric manca Miranchuk: a gennaio la trattativa può riaprirsi

Il retroscena: “Juric voleva tenere Verdi, poi…”